Spal quanti interrogativi(video Semplici)

Sulla formazione per L’Aquila, anche per l’influenza di Lazzari e la contusione alla caviglia di Finotto

spal-52La squalifica di Mora, il ritorno di Cottafava, l’abbondanza a centrocampo e in attacco spianano la strada a molteplici dubbi su quelle che saranno le scelte di Semplici in merito all’undici che inizierà la gara di L’Aquila, che potrebbe anche essere condizionata dalla contusione alla caviglia di Finotto e all’influenza di Lazzari. L’attaccante si è allenato e quindi i timori paio fugati, per l’esterno necessario attendere la reazione alle cure. Per quanto riguarda la retroguardia, viste le ottime prestazioni del trio Gasparetto-Giani-Ceccaroni ed il lungo periodo di lavoro differenziato cui da oltre un mese è stato costretto il difensore genovese, la sensazione è che non ci saranno novità. Per la sostituzione di Mora, l’opzione naturale è Beghetto, ultimamente rimasto però un pò ai margini. L’alternativa potrebbe essere Spighi, che si candida anche per una maglia a centrocampo. In attacco scontata conferma per Finotto, a meno che la botta alla caviglia rimediata con il Pontedera non induca lo staff medico alla prudenza, poi bagarre tra, in rigoroso ordine alfabetico, Cellini, Grassi e Zigoni. L’ex ascolano potrebbe anche giocarsi una maglia in posizione più arretrata con Di Quinzio, che essendo risultato lunedì tra i più positivi, pare però destinato alla conferma. Semplici, come sua abitudine, non si sbilancia, tenendo giustamente tutti sulla corda, ben felice di sapere che chi inizia e chi subentra assicura sempre il massimo del suo potenziale che ormai è chiaro è di primissimo livello per tutti i componenti l’organico biancoazzurri.
Intervista Leonardo Semplici
[flv image=”https://www.telestense.it/img-video/sfondo.jpeg”]rtmp://telecentro.meway.tv:80/telecentro_vod/fe_20160211_160132_trim-916ba0e9-ba7c-48dd-b36a-8e025acdaf75.mp4[/flv]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *