SPAL – Rastelli: “Dobbiamo pensare solo a noi, io ci credo…”

Il tecnico è fiducioso e positivo. Tornerà Berisha, sempre out Valoti, conferma modulo di Reggio

Il traguardo è vicino, ma sarà la volata a tre a decidere se la Spal che conquisterà uno dei due posti ancora a disposizione nella griglia play-off. Salvo clamorosi colpi di scena, la squadra di Rastelli dovrà far bottino pieno nel match interno con la tranquilla Cremonese, sperando in buone notizie da Verona, dove il Chievo ospita l’Ascoli o da Monza dove Balotelli e soci se la vedrannno con il Brescia. Da venerdì è chiaro che alla Spal, non resta che far un punto in più rispetto ad almeno una delle due rivali con le quali si trova a braccetto, a quota 53. In caso contrario sarà fuori dai giochi. Si renderebbe infatti necessario ricorrere alla classifica avulsa per stabilire l’assegnazione degli ultimi posti rimasti a disposizione per l’accesso agli spareggi promozione e Floccari e soci si ritroverebbero, in questa corsa a tre, in ultima posizione. “Inutile pensare a Chievo e Brescia -ha, come logica, tenuto sottolinerare Massimo Rastelli-, prima di tutto dobbiamo fare il nostro, poi speriamo poter guardare alle nostre rivali, lo faremo solo dopo il 90’. La vittoria a Reggio è stata importantissima per il morale. L’aspetto psicologico è determinante. Dal mio arrivo a Ferrara abbiamo lavorato tantissimo sotto questo profilo”. -Cosa ci si può aspettare da questa ultima giornata?- “Da quando sono stati istituiti play-off e play-out -ha detto l’allenatore della Spal- tutte le partite hanno visto sempre le squadre dare il massimo. Sarà quello che faranno i giocatori della Cremonese. Siamo coscienti che sarà una partita difficilissima, con un avversario di qualità, come testimonia il gran girone di ritorno”. -Novità di formazione rispetto a Reggio Emilia?- “Certamente tornerà Berisha -ha prontamente risposto Rastelli, ho ritenuto opportuno concedergli un turno di riposo, sapendo che Thiam, come è stato, avrebbe dato le opportune garanzie. Per il resto, eccezion fatta per Valoti, il gruppo è tutto disponibile ed in buone condizioni. Considerando gli impegni ravvicinati, ci saranno alcuni avvicendamenti, ma non mi farò condizionare dalle diffide. Giocherà chi vedo meglio. La partita più importante è quella con la Cremonese. Tatticamente, assente Valoti e non avendo in organico un vero trequartista, mi pare giusto confermare il modulo del derby. Un atteggiamento che può favorire le caratteristiche dei miei giocatori”. -Qualche rammarico per essere arrivati a giocarvi tutto negli ultimi 90’?- “Mi dispiace -ha sottolineato Rastelli- di aver dovuto rinunciare a giocatori per noi importantissimi, come Valoti, Viviani e Vicari, mentre gli attaccanti arrivati a gennaio, faticano a trovare una condizione fisica accettabile”.
Ipotizzabile che Rastelli si affidi a Berisha; Sernicola, Tomovic, Ranieri; Dickmann, Segre, Missiroli, Mora, Sala; Strefezza, Asencio. Pecchia, sembra possa rispondere con Carnesecchi; Fiordaliso, Bianchetti, Terranova Valeri; Valzania, Castagnetti; Baez, Bartolomei, Buonaiuto; Strizzolo. Fischio di inizio di Giacomo Camplone della sezione di Pescara. Radiocronaca diretta su RadioInternational.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *