SPAL: Semplici spera di avere Grassi, Mattiello e Kurtic, recupera Dramé

Con il Chievo, reduce da nove sconfitte esterne consecutive, prevedibile forfait di Costa e Schiattarella

Chievo, Roma, Verona, in dieci giorni la Spal ha la possibilità di dare uno scossone definitivo al proprio campionato. Determinante, per piazzare la stoccata decisiva, sarà l’esito del doppio confronto con le formazioni scaligere. Si inizia con il match interno con la squadra di Maran, in programma mercoledì, alle 20.45, al Mazza. La Spal avrà di fronte un’avversaria in vistosa difficoltà. Nelle ultime diciotto gare il Chievo infatti ha subito dodici sconfitte, pareggiato quattro volte, conquistato solo due successi ed in trasferta non conquista punti da nove partite. Un calo che ha fatto precipitare Pellissier e compagni da un tranquillissimo centroclassifica al quint’ultimo posto, appena tre lunghezze sopra la zona retrocessione e con due di vantaggio proprio sulla Spal. Per i biancoazzurri una grande occasione per completare l’operazione sorpasso. Prevedibile attendersi un Chievo chiuso, che farà leva sull’esperienza di tanti senatori, ma privo di Bani, che aveva dato ultimamente certezze al reparto arretrato, costretto a saltare la gara del Mazza per squalifica. Spal quindi che dovrà attaccare, ma con equilibrio, evitando di esporsi alle ripartenze di una squadra che dieci giorni fa, proprio con questo atteggiamento, ha sfiorato l’impresa a Napoli e che può far male specialmente con Inglese, capocannoniere dei veneti, con 9 gol, che, con la sua doppietta, decise il match dell’andata, al termine della quale i gialloblu erano saliti al settimo posto, a quota venti, portando a dieci le lunghezze di vantaggio sui ferraresi. “Non dobbiamo fari trarre in inganno dagli ultimi risultati -ha affermato Semplici presentando la gara con il Chievo-. I punti conquistati dalla squadra di Maran nella prima parte del campionato non sono frutto del caso. Il Chievo è squadra forte fisicamenete e con tanta esperienza, non a caso come età media la più anziana della serie A. Noi dovremo ripetere, specie come intensità, le prestazioni elle ultime partite. A Firenze abbiano dimostrato, con questo atteggiamento di poter mettere in difficoltà qualsisasi avversario ed al proposito tengo a sottolineare l’apporto che hanno saputo assicurare anche quei giocatori, come Vitale e Schiavon, di norma inmpiegati pocchissimo”. -A proposito degli assenti al Franchi chi potrà rientrare- “Stiamo ancora valutando le condizioni degli acciaccati. In accordo con lo staff medico -ha puntualizzato Semplici- prenderemo una decisione dopo la seduta di rifinitura”. Appaiono improbabili i recuperi di Costa e Schiattarella, dubbi anche per Simic. In miglioramento le condizioni di Kurtic e Grassi, così come quelle di Mattiello. L’esterno dovrebbe giocare. Kurtic e Gtrassi potrebbero invece giocarsi una maglia e dar vita ad una staffetta. Torna a disposizione Dramè. Semplici potrebbe quindi optare per Meret; Cionek, Vicari, Felipe; Lazzari, Everton Luiz, Kurtic, Mattiello; Paloschi, Antenucci. Maran sembra intenzionato ad prensentare il Chievo con un 4-3-1-2, che potrebbe prevedere Sorrentino; Cacciatore, Tomovic, Dainelli, Jaroszynski; Castro, Radovanovic, Rigoni; Giaccherini; Stepinski, Inglese. Spal-Chievo sarà diretta da Davide Massa della sezione di Imperia. Assistenti Sergio Ranghetti(Chiari)-Luca Mondin(Treviso). IV Daniele Chiffi(Padova). VAR Paolo Silvio Mazzoleni(Bergamo)-Paolo Paganessi(Bergamo). Venduti 4.093 biglietti, di cui 567 ai tifosi del Chievo. Per la gara di sabato con la a Roma 3.594, di cui 1.493 acquistati dai supporters giallorossi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *