SPAL: per Semplici il derby è importante, ma non determinante

Il tecnico in prospettiva è sereno e fiducioso anche sulle future operazioni di mercato

E’ il solito Semplici sereno ed anche un pò ermetico per quanto concerne le scelte, quindi sulla fomazione anti Bologna non tutti gli interrogativi trovano risposta. “Ci siamo preparati bene, durante questa lunga pausa -ha esordito l’allenatore della Spal, presentando la sfida con la squadra di Inzaghi-. Vogliamo tornare a vincere davanti ai nostri tifosi, mi auguro al termine di un pomeriggio che regali un grande e corretto spettacolo anche sugli spalti”. -Per molteplici ragioni sarebbe importantissimo portare a casa i tre punti- “Dobbiamo solo pensare ai nostri avversari. Il valore del Bologna -ha puntualizzato Semplici- non si discute, cresciuto anche con gli arrivi di Soriano e Sansone. Di norma, a prescindere dal modulo, Inazaghi predilige un atteggiamento molto guardingo, per poi ripartire con pericolosità. Questo è un aspetto al quale dovremo riservare particolare attenzione, come sulle palle inattive. Non dobbiamo però pensare che questa sia una partita decisiva, il cammino prima della conclusione della stagione è ancora lunghissimo”. -Con in mezzo il mercato- “E’ arrivato Viviano. Alla società ho presentato le mie richieste per alzare l’asticella rispetto alle rivali dirette nella lotta per la salvezza. Arriveranno i giocatori per centrare l’obiettivo”. -Possiamo aspettarci una Spal con Viviano e Valdifiori, anche alla luce delle voci insistenti che in questi giorni hanno dato Schiattarella in partenza?- “Devo, con i miei collaboratori, fare approfondite valutazioni -ha risposto Semplici in merito alla formazione-. Contiamo molto nel girone di ritorno su Viviano e Valdifiori, come su Gomis e Schiattarella. L’importante è avere possibilità di scelta e soprattutto l’atteggiamento, che deve essere aggressivo e propositivo. Non contano i singoli, ma lo spirito”.
Spal che quindi potrebbe iniziare il derby con Viviano; Cionek, Felipe, Bonifazi; Lazzari, Missiroli, Schiattarella, Kurtic, Fares; Petagna, Antenucci. Inzaghi appare intenzionato, anche dopo l’arrivo dei nuovi acquisti, a presentare il Bologna con un 4-3-3 che prevederebbe Skorupski; Calabresi, Danilo, Helander, Mattiello; Soriano, Pulgar, Poli; Orsolini, Santander, Sansone. Fischio di inizio alle 15.00, di Michael Fabbri, della sezione di Ravenna. Radiocronaca diretta su Radio International. In totale venduti 5.152 biglietti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *