SPAL: Semplici nella sua Firenze vuole continuare a sognare

Obiettivo minimo restare davanti alla Viola, non si profilano rivoluzioni nella formazione iniziale, Viviani unico indisponibile

Semplici non pare sentire più del solito la prossima parta della sua squadra, anche se lo attende un tardo pomeriggio nello stadio della sua città. “Ovviamente proverò un pizzico di emozione -ha esordito nel presentare la sfida del Franchi il tecnico spallino- ma ero molto più teso alla vigilia della partita della scorsa stagione”. -La Spal si presenterà con due punti in più della Viola.- “Abbiamo dimostrato di meritare questo vantaggio, perché abbiamo ottenuto questi risultati attraverso il gioco. Sinceramente non mi aspettavo di trovare in tempi così brevi gli equilibri che ci hanno portato a conquistare tre vittorie”. -Fiorentina che potrebbe pagare lo sforzo sostenuto mercoledì con la Sampdoria- “Magari -ha detto sorridendo Semplici- ma il mio collega Pioli può contare su un organico di grande valore, con tante possibilità di avvicendare i giocatori, senza risentirne. E’ una squadra che punta a un posto in Europa League”. -Confrotando La gara del Franchi con quella con l’Atalanta, altra squadra che punta ad un posto per l’Europa?- “La Fiorentina sta attraversando un buon momento, anche se ha perso a Napoli, mentre la squadra di Gasperini è in un periodo difficile”. -Tre partite in dieci giorni, avvicendamenti in vista?- Certamente non ci saranno rivoluzioni, fatta eccezione per Viviani, posso contare su tutto il gruppo, prenderò la decisione nelle ultime ore con il mio staff-ha puntualizzato Semplici-, potrei anche non operare cambiamenti”. Spal che quindi dovrebbe presentarsi alla sfida del Franchi con Gomis; Cionek, Vicari, Felipe; Lazzari, Kurti, Schiattarella, Missiroli, Fares; Petagna, Antenucci. Sul fronte viola Pioli dovrebbe rispondere con Lafont; Milenkovic, Pezzella, Victor Hugo, Biraghi; Benassi, Veretout, Fernandes; Chiesa, Simeone, Pjaca. Gara affidata a Davide Ghersini, della sezione di Genova, fischietto della CANB. Il via alle 18.00, con radiocronaca diretta sulle frequenze di Radio International.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *