SPAL: non è impossibile bloccare l’Inter

Obiettivo sfruttare il difficile momento della squadra di Spalletti, alla lista degli indisponibili per Semplici si aggiunge Murgia


Per tutta la settimana non si è fatto altro che cercare di intuire con quale atteggiamento tattico la Spal, priva di Lazzari e Cionek, si sarebbe presentata alla sfida di San Siro con l’Inter. “Intanto dobbiamo aggiungere alla lista degli indisponibili Murgia, messo ko dall’influenza -ha precisato Leonardo Semplici, alla vigilia della trasferta del Meazza-, comunque penso torneremo al nostro modulo”. -Decisione maturata visto come sono andate le cose nel primo tempo con la Sampdoria?- “Abbiamo anche commesso molto errori, sia nell’interpretazioni di certe situazioni, sia a livello individuale. Non posso negare che nella ripresa la situazione è migliorata. Dopo l’intervallo ho visto i ragazzi più convinti dei loro mezzi, più determinati. E’ questo l’atteggiamento che pretendo da loro da domani fino al termine della stagione e non voglio alibi”. -In che senso?- “Non voglio che si attribuiscano le cause di un risultato negativo -ha tenuto a precisare l’allenatore ella Spal- a arbitri o VAR varie, oppure sentire parlare di congiure. Sono state la prime cose che ho detto ai ragazzi in settimana, questi sono discorsi che possono giustamente fare i tifosi, che devo sempre più ringraziare per come ci sostengono”. -Affronterete un’Inter in emergenza e probabilmente anche affaticata dopo la dispendiosa gara di Francoforte- “Sinceramente me lo auguro- non ha nascosto Semplici- ma è una squadra con una una rosa ampia e di qualità, che spesso in passato è stata capace di reagire alla grande nei momenti più difficili. Per fare risultato, che per noi sarebbe importantissimo in un momento in cui il calendario non è dalla nostra parte, servirà una grande prova. Dovremo ripetere la prestazione dell’andata. Abbiamo perso, ma per me è stata la nostra miglior partita” -Intuibile il modulo(3-5-2 ndr), quali saranno gli interpreti?- “Ho varie soluzioni, in tutti i reparti. In difesa, per sostituire Cionek, posso scegliere tra Vicari, Regini e Simic. A destra ci sono Dickmann e Valoti, che ha le possibilità per far bene come esterno, come Schiattarella può assicurare il suo contributo come mezz’ala. In attacco -ha concluso Semplici- ho quattro giocatori per due posti. Sono tutti a disposizione, hanno completamente recuperato anche Floccari e Paloschi, dopo aver saltato qualche allenamento ad inizio settimana. C’è pure Jankovic, che non ha ancora i 90’ nelle gambe, ma, a gara in corso, potrebbe diventare utile”.
Ipotizziamo quindi una Spal con Viviano; Bonifazi, Vicari, Felipe; Valoti, Kurtic, Missiroli, Schiattarella, Fares; Petagna, Antenucci. Scelte forzate o quasi in casa Inter per Spalletti, che deve fare i conti con la squalifica di Vecino, gli infortuni di Nainggolan, Perisic, Vrsaliko, le non perfette condizioni di Keita e D’ambrosio, oltre al caso Icardi. Il tenico nerazzurro dovrebbe affidarsi a Handanovic; Cedric, De Vrij, Miranda, Dalbert; Gaglardini, Brozovic, Joao Mario; Politano, Lautaro Martinez, Candreva. Fischio di inizio alle ore 15.00 di Giampaolo Calvarese della sezione di Teramo. Radiocronaca diretta sulle frequenze di Radio International.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *