SPAL: si rivela utile il pareggio a Vicenza

Alla luce delle sconfitte di Crotone(3-0 a Lecce), Cosenza(2-1 a Como) e Alessandria(3-0 a Ascoli)

Il pareggio sul campo del Vicenza consente alla Spal di guadagnare un punto su tutte le rivali dirette. Oggi la squadra di Venturato sarebbe salva per due ragion: il quartultimo posto lasciato all’Alessandria e le cinque lunghezze sopra il Cosenza. Con questo vantaggio sulla squadra, sulla cui panchina ha esordito a Como, dove ha perso 2 a 1, Bisoli, anche se si ritrovasse con solo quattro avversarie alle spalle, la Spal sarebbe salva. Va infatti ricordato che se, a fine stagione, i punti di distacco tra la quartultima e la quintultima saranno superiori a quattro non si disputerà il play-out e retrocederanno direttamente in serie C la ultime quattro in classifica. Psicologicamente può essere un spinta importante per i biancoazzurri che dovranno cercare di sfruttare la situazione nei prossimi due confronti, martedì al Mazza con la Ternana e sabato a Parma sul campo di una squadra, al contrario, alle prese con grandi problemi, soprattutto dopo la sconfitta proprio con l’undici di Lucarelli. Tra l’altro Buffon e compagni, prima di ospitare la Spal, dovranno rendere visita alla capolista Pisa. Se dovessero uscire a mani vuote anche dall’Arena Garibaldi, dopo aver visto azzerarsi o quasi le speranze di tornare in corsa per un posto in zona play-off, si ritroverebbero costretti a cercar di far punti per non scivolare in quella retrocessione. Problemi comunque della squadra di Iachini, la Spal ora dovrà pensare alla sfida di martedì con la Ternana che arriverà a Ferrara galvanizzata proprio dalla vittoria di Parma, ma che dovrà fare i conti con le assenze di Donnarumma e Falletti, in coppia autori della metà, 16 dei 32 gol delle Fere.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.