SPAL – A caccia di punti con il Toro per allungare sulla concorrenza

Semplici si aspetta la conferma dei progressi di Parma e giudica in positivo il mercato

Arriva il Torino, una delle squadre che meno ha operato sul mercato, che si presenta a Ferrara alla ricerca di conferme, dopo la vittoria sull’Inter, che alimenta le speranze di conquistare un posto in Europa. Per la Spal l’obiettivo è invece quello di tenere a debita distanza la zona rossa, puntando a quella della tranquillità. Un risultato positivo con il Toro, considerato che il Bologna sarà impegnato a San Siro con l’Inter, potrebbe consentire di avvicinarla ulteriormente. Una partita che arriva a poche ore dalla chiusura del mercato di riparazione. “Abbiamo raggiunto gli obiettivi prefissati -ha puntualizzato Semplici in merito ai nuovi innesti- quattro giocatori che penso ci possano dare una buona mano. Murgia è già in grado di giocare una gara intera, Regini ha recuperato dall’infortunio, ma non può ancora avere i 90′ nelle gambe, serviranno due settimane per averlo al meglio della condizione. Non conosco molto Jankovic. E’ un elemento in grado di consentirmi il cambio di modulo, anche a gara in corso, abile tra le linee, con quelle caratteristiche che nessuno dei giocatori fino ad oggi in organico possiede, capace di saltare l’uomo e con un eccellente cambio di passo. Può assicurare un ottimo contributo come trequartista, attaccante esterno e seconda punta”. -Ma veniamo alla gara con il Torino- “Affronteremo una squadra che ha meno punti rispetto al suo valore. Una delle meglio attrezzate dopo le primissime della classe. Possiede fisicità, tecnica, esperienza”. -Un risultato positivo potrebbe, visti anche gli impegni delle rivali, dare un ulteriore spinta verso la salvezza, dopo l’impresa di Parma- “Dobbiamo solo pensare a noi. La vittoria a Parma ci ha liberati anche psicologicamente -ha evidenziato Semplici- Dovremo aggredire gli avversari. Ripetere la prestazione con l’Atalanta, con sana cattiveria agonistica e tanta attenzione. Rendere difficile la partita alla squadra di Mazzarri, essere più coraggiosi. Sfruttare lo slancio che ci può dare il successo a Parma, per tornare alla vittoria in casa, per avere un approccio iniziale alla gara meno timoroso. Per questo può essere determinante l’apporto dei nostri tifosi che dovrebbero aver capito come la squadra riversa in campo sempre tutto quanto è nelle sue possibilità. I gol di Valoti e Fares dimostrano come tutti i ragazzi si allenano con il massimo impegno e il fatto che alla fine viene ripagato è, psicologicamente, importantissimo. E’ un discorso che vale anche per Lazzari, che con l’abnegazione al lavoro di questi anni ha raggiunto la Nazionale. Al proposito mi complimento con lui per la nuova convocazione, alla quale arriverà in buone condizioni, che ovviamente mi auguro sfrutti prima di tutto nella gara con il Torino, dopo la piccola flessione, che ha fatto seguito all’infortunio di fine anno. Questa settimana si è finalmente allenato regolarmente, quindi ci aspettiamo di rivederlo sui suo standard”. -Lazzari ovviamente regolarmente nell’undici iniziale e per il resto della formazione?- “Oltre a Petagna squalificato, il resto del gruppo è a disposizione, compreso Vicari che da giovedì ha ripreso ad allenarsi con i compagni”.
Nella gara dei tanti ex, Antenucci, Gomis, Bonifazi, Kurtic e Valdifiori, non si profilano sorprese di formazione. Disponibile anche Schiattarella recuperato dopo le terapie cui è stato sottoposto per i problemi muscolari accusati in settimana. Prevedibile che Semplici presenti una Spal con Viviano; Cionek, Felipe, Bonifazi; Lazzari, Missiroli, Valdifiori, Kurtic, Fares; Paloschi, Antenucci. I granata, che in trasferta hanno subito una solo sconfitta, con la Roma, pareggiato otto volte e vinto sui campi di Chievo e Sampdoria, si presenteranno al completo. Mazzarri dovrebbe affidarsi a un 3-5-2 con Sirigu; Izzo, Nkoulou, Moretti; De Silvestri, Meitè, Rincon, Ansaldi, Aina; Zaza, Belotti. Si gioca all’ora di pranzo, 12.30, dirigerà Mariani di Aprilia. 3.410 i biglietti venduti, di cui 1.093 nel settore ospiti. Radiocronaca diretta sulle frequenze di Radio International.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *