SPAL – STADIO MAZZA – Nuovo accordo con il Credito Sportivo

E incontro a Palazzo Chigi con il Sottosegretario, con Delega allo Sport, Giancarlo Giorgetti

L’Istituto per il Credito Sportivo e Spal sono lieti di annunciare un nuovo accordo di finanziamento per lo Stadio “Paolo Mazza”.

La firma sul nuovo accordo di finanziamento è arrivata questa mattina, mercoledì 24 ottobre, a Roma nella sede dell’Istituto.

”La sottoscrizione di oggi – ha detto il presidente di ICS Andrea Abodi durante la conferenza stampa – è una firma leggera. La qualità dell’interlocutore è la dimostrazione che si puo andare dall’idea al progetto fino al finanziamento e alla realizzazione. Simbolicamente la candidatura degli Europei 2028 parte da questa firma, un percorso di sviluppo delle infrastrutture. La SPAL ha messo in campo non solo lucidità nel disegno, ma feroce volontà nella realizzazione, perché la propria casa deve essere accogliente. È importante sottolineare il rapporto con la comunità, come la capacità di recuperare storia e la fondamentale sinergia con l’Amministrazione comunale, che ha dato la sua disponibilità”.

“Sono 5 anni – ha sottolineato il presidente Walter Mattioli – che rincorriamo la ristrutturazione di Stadio e Centro Sportivo, per adeguare alle nuove esigenze le nostre strutture. In 80 giorni abbiamo condensato un lavoro di 7 mesi per concludere a tutti i costi e avere lo Stadio pronto. Siamo felici di portare avanti progetti col presidente Abodi e il Credito Sportivo”.

Patron Francesco Colombarini, dopo il ringraziamento a ICS, non ha escluso in futuro di svolgere altre operazioni con l’Istituto stesso.

“Siamo concentrati – ha ribadito il direttore generale Andrea Gazzoli – agli step successivi. Dopo l’intervento di messa a norma dello Stadio, stiamo ragionando su quello di qualità per l’anno prossimo. Gli investimenti della SPAL sono vicini a squadre di seconda fascia”.

L’accordo di 3.5 milioni di euro, inserito nel più ampio progetto predisposto dalla Società in accordo con il Comune di Ferrara, è volto all’ampliamento dello stadio e prevede un programma di investimenti complessivi di ca. € 9 mln di cui ca. € 6,6 mln a carico del club e la quota residua spesata dall’Amministrazione Comunale.

L’impianto, da una capienza di 13.020 posti, ha raggiunto i 16.000, limite minimo richiesto dalla Lega per disputare la serie A.

Lo scorso anno, il club spallino aveva effettuato un primo restyling dell’impianto attraverso un investimento di ca. € 4,6 mln (di cui € 2 mln a carico del Comune) che ICS ha finanziato mediante la concessione di un mutuo di € 1,8 mln.

I lavori, avviati a giugno 2018, hanno avuto un ritmo incessante nel corso dell’estate e sono stati ultimati a inizio settembre, consentendo la riapertura dell’impianto in tempo per la seconda partita casalinga di campionato.

Nuove biglietterie, copertura della gradinata nord, rimozione e realizzazione della curva est con bagni, tettoie, spalti e struttura di copertura sono solo alcuni degli interventi effettuati dal club biancoazzurro e pienamente integrati nel contesto urbanistico della città, integrazione testimoniata dall’inserimento nella parte esterna del ristrutturato portale d’ingresso originale del 1928.

L’investimento è stato prefinanziato con un importante intervento diretto della proprietà del club ferrarese, che ha voluto consentire alla squadra e alla città di Ferrara di avere un impianto comunale adatto agli standard qualitativi e di sicurezza della massima competizione nazionale e, attraverso l’incremento della capienza degli spettatori e la copertura integrale degli spalti, più confortevole e funzionale, ottimale per il ritorno in Serie A dopo 49 anni.

La continuità di risultati e l’immensa forza del gruppo hanno premiato il club spallino che vuole proseguire un percorso di crescita con ICS al proprio fianco.

Accompagnati da Andrea Abodi, presidente dell’Istituto per il Credito Sportivo, patron Francesco Colombarini, il presidente Walter Mattioli e il direttore generale Andrea Gazzoli, sono stati ricevuti a Palazzo Chigi, sede del Governo italiano, dall’onorevole Giancarlo Giorgetti, Sottosegretario di Stato alla Presidenza del Consiglio con delega allo Sport.

Durante il cordiale incontro, i dirigenti biancazzurri hanno salutato il Sottosegretario presentando il progetto SPAL nelle sue parti sportive e infrastrutturali.

Al suo termine, l’onorevole Giorgetti ha ricevuto dalla dirigenza una maglia biancazzurra.
(Da sito S.P.A.L.)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *