Il “Mazza all’inglese” è pronto per l’esordio in Serie A – VIDEO

Fra poche ore il calcio giocato torna a Ferrara, la Serie A torna in città dopo 49 anni con la prima partita casalinga contro l’Udinese, domenica alle 20.45.

Oggi pomeriggio c’è stata la presentazione dei lavori allo stadio Mazza.

 

 

Una corsa contro il tempo, due mesi e mezzo di lavori durante i quali 60 imprese si sono avvicendate per ristrutturare lo stadio Mazza in tempo per la prima partita casalinga di Serie A della Spal contro l’Udinese. Squadra friulana che ha perso contro il Chievo nella prima giornata e che verrà a Ferrara in cerca di punti: ma la Spal venderà cara la pelle.

Anche perché, ora, la casa dei biancoazzurri sembra uno stadio all’inglese, uno dei pochi in Italia dove c’è una visuale diretta del campo grazie al quale il rapporto tra tifosi e squadra sarà ancora più vicino.

I lavori, costati circa 5 milioni di euro, una spesa divisa a metà tra Comune di Ferrara e società Spal, continueranno anche da lunedì in poi e saranno conclusi entro la seconda partita casalinga dei biancoazzurri, la quarta di campionato, domenica 17 settembre contro il Cagliari. Dopo 49 anni la Serie A tornerà così nella casa della Spal rinnovata ma, come hanno detto dalla società spallina, non è stata un’estate facile.

Nell’ultima stagione di Serie C, all’epoca Lega Pro, la capienza del Mazza era di quasi 6500 tifosi, a oggi è più che raddoppiata la disponibilità arrivata a quota 13020. Grazie alla recente approvazione del progetto di espansione della struttura, poi, la prossima stagione 2018/2019 saranno 16 mila i posti disponibili, circa 3 mila in più rispetto a quella corrente. Di questi, 800 saranno ricavati in Curva Ovest.

TUTTE LE INTERVISTE

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *