SPAL – Tacopina: “Grazie a EdilAlba, ma con il Cosenza voglio i tre punti”

Nel presentare lo sponsor, che comparirà sulle maniche delle maglie, il presidente ha ribadito fiducia alla squadra e ottimismo per il lavoro di De Rossi

Settimana intensa in casa Spal, tra impegni agonistici, istituzionali e commerciali. Joe Tacopina nei giorni in cui è a Ferrara non si concede un istante di pausa. “E’ con orgoglio che mi trovo a presentare un’azienda che ammiro -ha esordito il presidente della Spal nel presentare EdilAlba, il cui logo comparirà sulle maniche delle maglie dei giocatori biancoazzurri-, ho un’ammirazione per Flavio(titolare dell’azienda edile). E’ arrivato in Italia dall’estero e ha creato dal nulla un’impresa in continua crescita. Una storia da brividi. Mi rivedo in lui. I miei genitori sono arrivati negli Stati Uniti in cerca di lavoro dall’Italia”.
“Il mio rapporto con la Spal è iniziato sette anni fa, con i lavori dell’hospitality dello stadio -ha specificato Flavio Kodraliu-, poi si è ramificato all’interno della famiglia Spal a cui mi sento orgoglioso appartenere. Abbiamo centrato obiettivi, con tutto il mio staff, determinante per ottenere i risultati che venti anni fa, all’inizio dell’attività, che non pensavamo poter raggiungere, dato il nostro contributo per il completamento della Curva Ovest, la ristrutturazione del convitto e l’ammodernamento del Centro G.B. Fabbri. Quello di vedere EdiAlba sulle maglie della Spal è sempre stato un sogno. Anche se devo ricordare l’ottimo rapporto con la precedente gestione, la voglia, la grinta, la convinzione di Tacopina di risalire ha dato l’impulso determinante a questo mio impegno”
“E’ un rapporto cresciuto anno dopo anno -ha ricordato Alessandro Crivellaro, direttore commerciale Spal-, insieme abbiamo iniziato un percorso in costante crescita. Con reciproca soddisfazione. E’ un obiettivo che desideriamo perseguire con tante realtà imprenditoriali”.
Poi con Joe Tacopina il discorso si è diretto verso l’andamento al di sotto delle attese della squadra. “Il nostro è un gruppo -ha affermato il presidente della Spal- che ha un grande potenziale. Oggi ancor di più con l’arrivo di De Rossi e del suo staff. Mercoledì sono stato a cena con loro. Ho avuto conferma di aver fatto la scelta giusta. Con Daniele siamo amici da tempo, da 13 anni ci confrontiamo, ma poter interagire con i suoi collaboratori ha rafforzato la mia convinzione sull’opportunità di intraprendere una nuova strada. Gli stessi giocatori, con i quali mi interfaccio spesso, hanno dimostrato il gradimento per la decisione della società. Dallo spogliatoio è emerso un entusiasmo pazzesco. Pareva che i ragazzi stessero festeggiando il Natale. Non sono parole, ma anche fatti. Vedo l’intensità che mettono negli allenamenti tutti i giorni e anche il loro comportamento in campo. D’accordo non sono ancora arrivati i risultati. De Rossi ha iniziato da pochi giorni a lavorare. Ha modificato metodologie di allenamento e moduli, poi c’è stata la gara di Coppa, arrivata non nel momento migliore. E sabato arriveranno i tre punti. Non perché la Spal è superiore al Cosenza, avversario che dobbiamo rispettare, ma perché in tutti c’è tanta voglia di girare pagina e potremo contare sul nostro pubblico. Nonostante i risultati al di sotto delle aspettative, in città c’è tanto entusiasmo. Giocheremo in 12, i tifosi daranno a De Rossi, il cui esordio percepisco sarà salutato con grande calore, e ai suoi ragazzi la spinta decisiva”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *