SPAL-TRAPANI 2-1: le voci dei protagonisti – VIDEO

La soddisfazione di S.Colombarini, Mattioli, Semplici, Antenucci, Costa, i complimenti di Pellissier, il rammarico di Legittimo. La festa dei tifosi

Vince in rimonta la Spal, grazie alla doppietta di Antenucci, che risponde al gol in apertura di Barillà, sale a 67 punti, porta a 5 lunghezze il vantaggio sulle seconde(Frosinone sconfitto in casa, 3 a 2, dal Novara) e Verona, che ha superato 2 a 0 il Cittadella, quarto a quota 54, in compagnia del Benevento, che ha perso 1 a 0 a Brescia.

Primo tempo meglio il Trapani, che nella ripresa è costretto ad inchinarsi alla rabbiosa reazione della capolista. Semplici deve rinunciare a Bonifazi e agli attaccanti Floccari e Zigoni, Calori a Coronado, Colombatto e Jallow. Spal che si affida alla coppia d’attacco Antenucci-Finotto, mentre i siciliani puntano su Nizzetto, Manconi e Barillà. Il tecnico dei siciliani ha optato per il 4-3-3, che ha sorpreso la capolista, sotto dopo appena 3′. E’ stato Barillà, con un sinistro in diagonale dal limite, a sbloccare il risultato, complice Meret, che, coperto da Vicari, non ha visto partire il pallone. La Spal ha provato a reagire e immediatamente ha avuto l’opportunità di pareggiare, ma Schiattarella ha calciato debolmente da centro area, favorendo l’intervento di Pignacelli, al 27′ salvato dal palo alla sua destra, che ha ribattuto una conclusione di Mora. Spal che aumentava pressione, ma soffriva le ripartenze del Trapani, sempre pronto ad affondare con il tridente Nizzetto-Manconi-Barillà ed alla mezz’ora vicinissimo al bis proprio con l’attaccante, arrivato a gennaio dalla Reggiana, che, da centrocampo faceva partire un pallonetto, che sfiorava la traversa con il portiere ferrarese scavalcato. Dopo l’intervallo la Spal parte all’arrembaggio, attaccando sotto la Curva Ovet, spinta da tutto il Mazza e trascinata da Lazzari, Schiattarella e Mora e da uno stratosferico Antenucci e all’11’ rimette in equilibrio la gara. Proprio Antenucci si libera poco entro l’area, prova un destro a giro, che si impenna sulla deviazione di Legittimo, per una parabola che scavalca l’incolpevole Pigliacelli. Rete numero 15 per l’attaccante della squadra di Semplici, che alla mezz’ora addomestica un pallone servitogli in verticale su punizione da Schiattarella, evita la pressione di Pagliarulo, infila il portiere siciliano e raggiunge quota 16 nella classifica dei cannonieri. Poi Trapani in avanti senza creare pericoli a Meret, fino al 93′ quando respinge con i piedi una conclusione a colpo sicuro di Manconi e dopo pochi secondi fa esplodere la festa dei quasi novemila del Mazza.

Intervista Simone Colombarini

Intervista Walter Mattioli

Intervista Leonardo Semplici

Intervista Sergio Pellissier e Filippo Costa

Intervista Mirco Antenucci

Intervista Matteo Legittimo

Il Mazza in festa dopo la rimonta della Spal sul Trapani

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *