SPAL: ridotto a un terzo il monte ingaggi

Tarantino e Zamuner hanno presentato il consuntivo alla conclusione del mercato

Ad una settimana dal termine della campagna acquisti e cessioni Massimo Tarantino e Giorgio Zamuner hanno fatto il bilancio sia sul fronte tecnico che su quello economico. “Abbiamo diminuito di circa due terzi il costo complessivo degli stipendi dei giocatori -ha esordito il Direttore Tecnico-, diciamo che ora siamo sotto i dieci milioni complessivi. Non è stato facile. Di Francesco per questa stagione è a totale carico dell’Empoli, mentre per quanto riguarda Murgia, abbiamo trovato un accordo soddisfacente con il Perugia, con anche l’arrivo di Melchiorri. Giorgio e Ivone(Zamuner e Di Franceschi ndr) hammo fatto un ottimo lavoro, nelle due fasi di mercato, prima e dopo l’arrivo della nuova proprietà, dovendo confrontarsi con una situazione molto complicata. Va anche sottolineato che aumentare le difficoltà va considerata la situazione problematica di molte società. Non era facile anche alleggerire la rosa. Siamo contenti dei ragazzi che abbiamo portato a Ferrara. Sono di qualità e motivati”.
“Ci siamo trovati -ha proseguito Giorgio Zamuner- con molti giocatori in sovrannumero a centrocampo per questo abbiamo trovato un’intesa con Mazzocco e Missiroli, una sorta di scivolo, ancher permettere ai due giocatori, che stimiamo, di trovare squadra. Per entrambi la società ha contribuito. Con il Perugia abbiamo trovato un’mtesa per Murgia, che tornerà alla Spal a fine stagione. Siamo convinti del suo valore. Speriamo di ritrovare il giocatore che avevamo tanto apprezzato al suo arrivo a Ferrara. Per noi è un patrimonio, abbiamo dovuto contribuire al suo ingaggio, ma abbiamo apprezzato la disponibilità del ragazzo di spostato parte del compenso nei rimanenti anni in cui è legato alla Spal”. -Si poi parlato anche di traguardi sportivi- “Siamo convinti di aver costruito un gruppo -ha affermato Zamuner- che dovrebbe consolidare la categoria, che è l’obiettivo he si è posta la scoietà per questo campionato”. -Ma se a gennaio si rendesse necessario ricorrere cercare qualche rinforzo?- “Penso che non ci saranno problemi -ha proseguito il D.S. biancoazzurro-, la speranza è che l’eventualità di verifichi perchè la squadra è in corsa per un traguardo più ambizioso di una tranquilla salvezza”. “Nel mercato di riparazione -è intervenuto Tarantino- si può intervenire anche indipendentemente dalla necessità di raggiungere traguardi immediati. Non ci mancano le idee. Ad esempio in attacco non abbiamo giocatori di nostra proprietà, ovvio che a questo comparto venga riservata una maggiore attenzione. L’obiettivo della Spal è di avere elementi di proprietà in tutti i reparti. A gennaio potremmo puntare su giovani di qualità, come Celia, Tripadelli e D’Orazio. Ma ora godiamoci questo gruppo, giusto mix tra giocatori esperti e ragazzi con tanta voglia di crescere”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *