SPAL: tutto ancora possibile

Deve esserci grande fiducia in vista del Novara

Ci sta che la sconfitta di Avellino ed i successi di Frosinone, Verona e anche quelli di Perugia, Benevento e Cittadella abbiano generato un pizzico di malumore e preoccupazione. Doveroso però non perdere di vista l’obiettivo apertamente dichiarato e da tutti sottoscritto ad inizio stagione: una tranquilla salvezza. Ovviamente l’appetito vien mangiando e visto il cammino, ben oltre ogni più rosea aspettativa, della squadra di Semplici, è stato giusto alzare due volte l’asticella. Prima puntare ai play-off, poi anche alla promozione diretta. Traguardo “uno” già tagliato, per il “due” ancora tutto possibile, con la bellezza di ventisette punti in palio, prima del termine della stagione regolare. Nove partite da affrontare in serenità, mettendo alle spalle i passi falsi con Frosinone e Avellino. Semplici, probabilmente, farà tesoro dell’esperienza del Partenio dove il massiccio turn-over non ha dato i risultati auspicati, al contrario di quanto verificatosi a Salerno. Probabilmente qualche avvicendamento in meno sarebbe stato più opportuno. La speranza è che chi è rimasto ai margini con la squadra di Novellino tragga giovamento dal riposo e diventi protagonista martedì con il Novara. Importantissimo sarà far bottino pieno. Partita difficilissima, in cui saranno indisponibili Cremonesi squalificato e gli infortunati Bonifazi e Pontisso. Avversario affamato di punti, specie dopo la sconfitta interna con il fanalino di coda Ternana, che ha relegato la truppa di Boscaglia, che non nasconde ambizioni di alta classifica, ai margini della zona play-off. In casa Spal determinante sarà il quadro psicologico. Sotto questo profilo importantissimo sarà il lavoro societario e pure dello staff tecnico, che dovrà generare tranquillità ed infondere sicurezza allo spogliatoio. In un Mazza, che farà registrare l’ennesimo tutto esaurito, un ruolo determinante lo giocheranno anche i tifosi, appello comunque superfluo, perché, viste le soddisfazioni che ha regalato questo gruppo ad una città, che da cinquanta anni fino ad oggi, ha solo sognato momenti come quelli che sta vivendo da alcuni mesi a questa parte, sarà certamente pronto a svolgere il suo ruolo di “12” sino al termine della stagione, che sia quella regolare o l’eventuale appendice successiva, che tutti vorremmo evitare. Anche i supporters spallini, al pari della squadra di Semplici, sono vistosamente cresciuti, dimostrandosi forti, maturi e meritevoli di ambire a grandi obiettivi, con il Novara avranno a disposizione un’altra occasione per confermare di meritare l’ascesa abbracciati alla Semplici Band…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *