SPAL: tutto pronto per la sfida alla Reggina

Finalmente si torna al Mazza, attesa per il debutto. Fatta eccezione per Esposito, gruppo al completo a disposizione di Venturato, che lascia aperti tanti interrogativi sulla formazione


Dopo più di tre mesi il Mazza riapre le porte. L’occasione è data dalla prima di campionato che vedrà la squadra di Venturato ospitare la Reggina. Obiettivo dare il là a un’annata che, finalmente, non dovrebbe vedere preclusioni per i tifosi che, con l’acquisto di oltre 4.000 abbonamenti, hanno testimoniato la fame di calcio e l’amore per i colori biancoazzurri. Per la Spal al via il primo campionato che porta la vera l’impronta di Joe Tacopina, dopo una gestione di assestamento, dovuta alle complicazioni, in particolare temporali, che hanno condizionato il mercato dell’estate 2021. Organico rivoluzionato dall’operato del Direttore Fabio Lupo. La sensazione è che si possa parlare di un gruppo in grado di puntare alla parte sinistra della classifica, anche se, dando uno sguardo alla concorrenza, i valori medi del campionato hanno fatto un vistoso balzo verso l’alto. “In questo momento -ha esordito, nel presentare il match con la Reggina, Roberto Venturato- dobbiamo pensare solo alla prima partita della stagione. E’ opportuno essere consapevoli di ciò che è stato nei due ultimi anni, la vistosa crescita numerica e tecnica del gruppo delle squadre ambiziose e ricordare che siamo reduci da un campionato in cui la salvezza è arrivata a solo 180’ dalla conclusione. Dovremo avere la capacità di costruire un percorso partendo dal basso, cecando di avanzare un passo alla volta”. -A chi si affiderà Venturato per il debutto?- “Fatta eccezione per Esposito, alle prese con un lieve malanno muscolare, ho tutti a disposizione -ha affermato l’allenatore della Spal che, anche se sollecitato, non ha voluto sciogliere i dubbi ultimamente profilatisi, anzi ha dato spazio a ulteriori interrogativi- e in discreta condizione, anche con un campionato che parte a Ferragosto, cosa mai verificatasi, non tutti possono essere al top. Mi fa piacere avere la possibilità di scegliere tra 26/27 elementi, significa disporre di un gruppo di qualità e disponibilità a stare insieme e dare il massimo. Sono vari i ballottaggi, a partire dal portiere, deciderò dopo l’ultimo allenamento. Per l’attacco tengo sottolineare che tutti stanno impegnandosi al massimo per affinare l’intesa e trovare i giusti movimenti. Il discorso non riguarda solo La Mantia e Moncini, sono cinque le punte in rosa… Per il resto Varnier prosegue nel suo percorso. E’ in grado di giocare, come Meccariello e Maistro”. -ll debutto è al Mazza dove, nella scorsa stagione, la Spal ha vinto solo quattro volte- “E’ un fatto strano -ha commentato Venturato- abbiamo una tifoseria encomiabile, che ci ha sempre aiutato, anche nei momenti più delicati. Sono affascinato da questa realtà. Percepisco l’amore che i ferraresi hanno per la Spal, dimostrato non solo dagli oltre quattromila abbonati. Dovremo trasformare questa energia in carica positiva”. -Sono arrivati segnali incoraggianti dalla gara di Coppa a Empoli- “La prestazione -ha analizzato l’allenatore della Spal- mi è piaciuta, per intensità, compattezza e quantità, ma è necessario migliorare tatticamente e tecnicamente, per essere più incisivi negli ultimi quaranta metri e aumentare il possesso palla”. -Cosa non dovrete consentire alla Reggina?- “Le squadre di Inzaghi -ha sottolineato Venturato- sono di norma molto aggressive, pronte nell’attaccare gli spazi che non dovremo concedere. Arriveranno con l’entusiasmo generato dal passaggio di una quasi cancellazione dal mondo del calcio, alla costruzione di un gruppo con giocatori di esperienza e qualità, di conseguenza ambizioso. In Coppa con la Sampdoria hanno fatto molto bene. Dovremo mettere in campo tutta l’attenzione e la determinazione che ci ha accompagnato in questa prima fase della stagione”. -In un momento in cui tiene ancora banco il mercato…- “Non lo nego -ha detto Venturato- può essere elemento di disturbo, ma gli atteggiamenti che ho notato nei ragazzi in questi giorni, mi inducono a pensare che, qualsiasi cosa possa prospettarsi in queste tre settimane, daranno tutto quanto è nelle loro possibilità, che, dovete credermi, sono tante a 360°. Un chiaro esempio è Murgia. Si è parlato tanto di lui, sta facendo il massimo per dimostrare essere quel giocatore al quale tanti, a partire proprio dalla Spal, prospettavano un grande futuro, prima del suo arrivo a Ferrara”.

Veramente molto difficile azzeccare l’undici che all’inizio schiererà Venturato. Ipotizziamo Thiam; Dickmann, Varnier, Meccariello, Celia; Zanellato, Viviani, Murgia; Mancosu; La Mantia, Moncini. Inzaghi, in attesa di altri rinforzi, dopo aver iniziato tardi la preparazione per le note traversie della società calabrese, non avrà Lollo e Majer squalificati e gli infortunati Camporese e Obi, potrebbe rispondere con Ravaglia; Pierozzi, Cionek, Gagliolo, Giraudo; Fabbian, Crisetig, Liotti; Canotto, Menez, Rivas. Destinti alla panchina i nuovi acquisti Lombardi, Cicerelli, Gori e Santander. Gara affidata all’esordiente Daniele Pederzoni, della sezione di Rovereto. Fischio di inizio alle ore 20.45.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.