SPAL: ulteriore rinvio, si va all’8 luglio

ranzaniL’assemblea della Spal è stata rinviata all’8 luglio, questo quanto deciso dai soci Benasciutti, Ranzani, Consorzio Spal nel Cuore, riuniti presso lo studio del Notaio Mistri. Tutti i soci hanno dichiarato la loro intenzione di ripianare il disavanzo. Ranzani e Mazzoni hanno chiesto a Benasciutti di invitare Candela a presentare ufficialmente l’offerta per rilevare le quote oggi nella disponibilità dell’attuale patron, per verificare se esistono le condizioni per far valere il diritto di opzione su cui possono contare, affermando di poter fare affidamento  sull’apporto di gruppi solidi interessati(si parla dell’azienda milanese wind4win, specializzata nella gestione di grandi eventi, che ha contribuito anche all’organizzazione della tappa della Coppa America a Napoli e della Finale della Coppa Italia di Calcio Primavera a  Gubbio). Nell’incontro, presso lo studio del notaio Mistri, Benasciutti avrebbe comunicato quanto offerto da Candela, con i soci di minoranza che hanno affermato che se quella cifra sarà confermata da documenti scritti ed impegnativi non eserciterebbero il loro diritto di prelazione, lasciando via libera all’acquisto da parte dell’ex difensore della Roma. Ranzani e Mazzoni avrebbero chiesto di poter consultare, senza ricevere il relativo assenso, il precontratto siglato da Benasciutti e Candela relativo alle modalità per il passaggio di consegne, entro la fine del mese in corso, per cui ipotizzano la mancata esistenza del documento. Di tutt’altro tenore l’opinione di Benasciutti che afferma che il tutto è stato regolarmenete sottoscritto. A questo punto si tratta comunque solo di questioni di immagine, visto che, essendo stata fissata l’assemblea all’8 luglio, la data del 30 giugno non ha più alcuna valenza, considerando che fino al prossimo incontro davanti al notaio Mistri tutte le parti sono sollevate da obblighi. Situazione qundi ancora ingarbugliata. Molto dipenderà dalle decisioni di Candela, che appare un pò infastidito dall’andamento della vicenda, in particolare dall’importo che l’ex campione del mondo metterà a disposizione ed indicherà nella comunicazione ufficiale ai soci. Nel frattempo i giorni passano e si complica anche il lavoro per chi dovrà costruire la squadra, con anche alcuni giocatori che hanno preferito accasarsi dove c’è maggior chiarezza. Al proposito da rilevare come in questa situazione ancora ricca di incognite, Francesco Bellinati, nei disegni di Pontrelli e Guarracino allenatore dell’undici spallino, sia ad un passo dal rinunciare al guidare la squadra ferrarese, restando, anche per rimanere più vicino alla famiglia, a Roma, alla Vigor Perconti. Perfezionata invece l’operazione per il ritorno al marchio storico S.P.A .L., a prescindere da chi sarà il proprietario della società biancoazzurra. Unica notizia positiva in una giornata in cui, come purtroppo sta accadendo da troppo tempo, che ha lasciato spazio solo a dubbi, timori ed incertezze.

%CODE%

8 pensieri riguardo “SPAL: ulteriore rinvio, si va all’8 luglio

  • 27/06/2013 in 14:44
    Permalink

    … tanto che fretta c’è … 8 luglio l’assemblea, poi 15/20 giorni per far valer l’opzione di acquisto… anche quest’anno ci sarà la coccomerata??? MA VERGOGNATEVI TUTTI DAL PRIMO ALL’ULTIMO! E pure noi che siam qui ancora a seguirli ! Comunque andrà poi ci sarà il solito scarica barile delle colpe circa i ritardi che ci sono stati in questa trattativa a giustificazione dei mancati risultati nel prossimo campionato! Anche Ranzani mi ha deluso!!!

    Rispondi
  • 27/06/2013 in 16:01
    Permalink

    Che c’entri il fatto che Blanc è diventato allenatore del PSG e di conseguenza a Candela non interessa più la Spal seguendo il primo a Parigi?
    Mah……

    Rispondi
  • 27/06/2013 in 17:48
    Permalink

    …si è tornati alla vecchia e gloriosa denominazione S.P.A.L., in realtà avrebbero dovuto chiamarla SURREAL S.P.A.L.!!! Ciò che sta accadendo è infatti surreale, grottesco, oserei dire delirante!!! La stagione 2012-2013 per i biancazzurri è terminata il 5 maggio, cosa è stato fatto in quasi 2 mesi? Niente! Con il risultato che continuiamo ad essere, oggi ancora più di ieri, la barzelletta dell’Italia pallonara. Ci sono sicuramente problemi più gravi in questo momento nel nostro paese, forse non è neanche giusto perdere del tempo dietro ad una squadra di calcio, ma per chi ha la S.P.A.L. dentro tutto ciò che sta accadendo è motivo di delusione e di grande amarezza…qualcuno dovrebbe tenerne conto…

    Rispondi
  • 27/06/2013 in 18:08
    Permalink

    LA Candela si e spenta insieme al consorzio spal,a Ranzani,e Benasciutti. VERGOGNA, VERGOGNA, VERGOGNA.!!!!!!!

    Rispondi
  • 27/06/2013 in 18:46
    Permalink

    nulla di nuovo e se qualcuno aveva dubbi e’ solo un illuso!!!

    Rispondi
  • 30/06/2013 in 12:50
    Permalink

    be a parte la presa in giro di questi signori non vedo nulla di buono mi fa ridere il pastasciutti che si presenta dal notaio senza un contratto scritto e firmato dalle parti
    e cerca di convincere a parole che il contratto esiste ma per ragioni a noi sconosciute l’ha dimenticato a casa

    come uno studente di 5 elementare che dice al prof il compito l’ho fatto ma ho dimenticato il quaderno a casa

    Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *