SPAL: ultimi giorni per preparare la macchina

Martedi della prossima settimana arriva il Cagliari.Arrivati gli ispettori federali

Otto giorni e la Spal tornerà al Mazza. All’ora di cena ospiterà il Cagliari. Senza tifosi. La loro unica, ma magrissima, consolazione, potersene stare con i piedi sotto la tavola sperando di brindare al secondo successo consecutivo della truppa di Di Biagio che si è congedata lo scorso 8 marzo con la vittoria di Parma. Sarà il Cagliari, sulla cui panchina siederà per la seconda volta Walter Zenga, a vestire i panni di esaminatore in merito alle possibilità dei biancoazzurri di alimentare giustificate speranze di salvezza. Rossoblù che arriveranno a Ferrara dopo il recupero a Verona. L’esito della sfida in programma sabato al Bentegodi potrebbe rilevarsi molto importante per i sogni degli isolani di conquistatore quel posto in Europa che fino ad un paio di mesi fa sembrava cosa fatta o quasi. Poi l’improvvisa inversione di tendenza e il vistoso calo che ha indotto il presidente Giulini a chiudere il rapporto con Rolando Maran. In dubbio Nainggolan e Oliva, ancora out Pavoletti, mentre rientrerà Joao Pedro, che sconterà un turno di squalifica con l’Hellas. Di Biagio dovrebbe contare sul gruppo al completo. Qualche interrogativo è però legittimo. I dubbi riguardano in particolare le condizioni dei lungodegenti, Di Francesco, Fares e D’Alessandro, clinicamente guariti, ma in quale stato di forma dopo uno stop di sette/otto mesi? Di Biagio e il suo staff hanno comunque avuto il tempo per valutarne lo stato di forma e anche per decidere il modulo a cui affidarsi. Le incognite sono tante, ma non solo per la Spal. Test e partitelle solo in famiglia, ma con tutti i giocatori a disposizione, tra Centro G.B. Fabbri e stadio Paolo Mazza, la possibilità di confronti undici contro non è mancata. La curiosità per conoscere i cavalli sui quali Di Biagio punterà è tanta. Saranno scelte, tra gare ravvicinate, cinque cambi a partita, con spazio per tutti i componenti il gruppo. Proprio il saper gestire al meglio il dispendio di energie fisiche e nervose potrebbe risultare determinante. Di Biagio, che continua ricevere attestati di stima dalla società, ha, con i suoi trascorsi in azzurro, il vantaggio di poter contare nello specifico su un discreto bagaglio di esperienza.
Come da prassi, per tutte le squadre, sono arrivati anche a Ferrara gli ispettori Federali, per verificare che vengano serate tutte le procedura indicate nel protocollo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *