SPAL: Vecchi al Sudtirol, chi lo sostituirà?

Come logico, dopo l’ottimo lavoro alla guida della Spal, Stefano Vecchi ha trovato una panchina in Prima Divisione, guiderà il Sudtirol. Non lo si può disconoscere, Vecchi la salvezza l’aveva raggiunta, con largo margine, nonostante abbia dovuto lottare con le mille traversie che hanno portato la squadra alla retrocessione e che hanno condizionato l’intero campionato biancoazzurro, certamente non per sue responsabilità. Visto che aumentano le possibilità di rivedere ancora l’attuale proprietà in sella, con obiettivo prioritario di evitare il fallimento in tribunale e di realizzare quanto più possibile dalla cessione del fotovoltaico e dei giocatori richiesti da altre società, tralasciando gli aspetti sportivi e dei rapporti con città e tifosi, è necessario anche iniziare ad ipotizzare il futuro calcistico. Se il 28 giugno, almeno sul piano prettamente formale-tecnico-giuridico, i problemi saranno risolti, si inizierà anche parlare di squadra, partendo dalla scelta del successore di Vecchi. Tra le ipotesi anche quella di affidare la panchina a Beppe Brescia, che, però, non essendo in possesso dell’abilitazione, dovrebbe essere supportato da un patentato. Sul fronte giocatori, oltre a Capecchi e  Zamboni, che comunque giustamente qualche garanzia la pretendono, quasi esclusivamente giovani, per puntare ai contributi di Lega, sempre che vengano rispettate le scadenze, ad iniziare da quella di metà settembre. Discorsi tutti rimandati a fine mese, compreso quello del ritiro, anche se c’è chi non esclude, sempre per i ben noti problemi economici, la possibilità di rinunciare anche ad Appennini o Dolomiti, accontendantosi di via Copparo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *