SPAL: Venturato e Lupo pronti per la nuova avventura biancoazzurra

Dopo le conferme delle voci sul nuovo del direttore, arrivano anche quelle della permanenza dell’allenatore

E’ arrivata la soluzione più prevedibile, logica e opportuna, Roberto Venturato guiderà la Spal anche nella prossima stagione. Il tecnico, che si è fatto un nome in serie B, grazie alla conquista di play-off in serie e promozioni sfiorate alla guida del Cittadella, merita un’altra chance, dopo non essere riuscito a garantire, al suo debutto sulla panchina ferrarese, la svolta che, proprio per il suo palmares, tutti di si aspettavano. Attenuanti e giustificazioni non mancano. La principale quella di essersi trovato con un organico non confacente allo stile di gioco e mentalità che predilige, nonostante la mezza rivoluzione del mercato di gennaio che, a onor del vero, non ha portato grandi benefici, anche perché Tarantino e Zamuner, non hanno avuto a disposizione le risorse necessarie per garantire il salto di qualità. Lecito quindi aspettarsi tante novità nel corso della prossima campagna acquisti e cessioni. Il lavoro che attende in nuovo Diretto Fabio Lupo, arà impegnativo, anche considerando che sfiora la ventina il numero di giocatori legati alla società di Joe Tacopina, almeno per il campionato 2022/2023 e molti di questi non sembrano rientrare nei piani di Venturato, che ha avuto modo, da gennaio a fine stagione, di rendersi conto quali sono gli elementi adatti al suo credo calcistico e avrà già predisposto la lista di chi dovrà essere confermato e i componenti il gruppo di quelli da collocare altrove. Con l’esperienza maturata nei suoi sei anni di serie B avrà le idee chiare per indicare giocatori da pescare in cadetteria, forse alcuni disposti a scendere dal massimo campionato e anche dalle categorie inferiori, nei suoi trascorsi a Cittadella dove, per consuetudine, ogni anno sono spuntati dal nulla elementi rilevatisi determinanti per le fortune della società della famiglia Gabrielli. Aspettiamoci quindi una Spal fatta su misura per Venturato che non ha mai chiesto la luna e sempre rispettato le attese. Anche questo è probabile essere uno dei motivi che hanno indotto la dirigenza spallina a rinnovargli la fiducia, contando inoltre sugli stimoli che il suo allenatore avrà per dimostrare essere in grado di poter dire la sua in una piazza in cui le pressioni sono all’ordine del giorno, ma al tempo stesso sempre vicina a squadra e società, che dovrà chiarire i reali obiettivi cui puntare, ricordando che si profila un campionato di altissimo livello. Di sicuro uno dei più qualitativi da molti anni a questa parte.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.