SPAL- Venturato: “L’obiettivo è vincere con tutti gli avversari”

Il tecnico biancoazzurro vede costanti progressi e vuole partecipazione corale in tutte le fasi di gioco. Si confrontano due filosofie societarie opposte. Spal quasi tutta italiana, Venezia con oltre venti giocatori, più l’allenatore, nati oltre confine. Chance di salire al sesto posto.

Spal-Venezia chiuderà la quinta giornata e, dopo i risultati delle altre nove partite in programma, a Esposito e compagni viene offerta la possibilità di salire al sesto posto, al termine di  una settimana finalmente “regolare”. La conclusione del mercato ha consentito di rivolgere l’attenzione solo al lavoro sul campo. Per Venturato l’opportunità quindi di preparare la gara con il Venezia senza distrazioni. Il confronto con i lagunari, alle prese con le scorie lasciate dalla retrocessione, come testimoniano l’unico successo, quello a Bolzano, e le due sconfitte subite nelle prime quattro giornate di campionato, è atteso con vistoso interesse, anche dai tanti ex, a partire dal presidente Joe Tacopina e dal Direttore Fabio Lupo. Prevedibile, al netto di indisponibilità o qualche giocatore non ancora al top della condizione, si possano vedere le scelte definitive di Venturato, per quello che dovrebbe l’undici base della stagione. “Un periodo particolare -ha esordito il tecnico biancoazzurro- certe situazioni rischiano far portare la testa altrove. I miei ragazzi meritano un applauso. Chi c’era e chi è rimasto ha sempre avuto atteggiamenti positivi. Ci aspetta un avversario tra i più competitivi della categoria, con un tecnico che ha grandi capacità, che ha a disposizione tanti giocatori di qualità e forti fisicamente. Dobbiamo evitare consentire le ripartenze negli spazi, limitare lanci lunghi”. -Un difetto emerso, quello del comparto arretrato, che si è proposto più volte in questa prime gare- “Non è questione di reparti -ha tenuto precisare l’allenatore della Spal-, i miei giocatori devono attaccare in dieci e in dieci difendere, dare quantità, intensità, essere compatti, aggressivi. Una volta, anche grazie alla crescita fisica, raggiunto questo obiettivo, emergeranno le qualità tecniche che abbondano nel nostro gruppo che, senza paura, seppur rispettandoli, attraverso il gioco, deve affrontare tutti gli avversari per vincere”. -A proposito sono tante le possibilità di scelta- “A me fa molto piacere -ha affermato Venturato- poter avere dubbi di formazione, significa contare su giocatori di qualità. A parte Arena e Murgia, il gruppo è tutto a disposizione, compreso Rabbi che, dall’anno scorso deve convivere con qualche problema al pube, segue un programma specifico. Anche Varnier da tre settimane si allena con la necessaria continuità e, dopo la squalifica, rientra Peda. L’anno scorso ho avuto poche possibilità di utilizzarlo, per problemi fisici, l’ho ritrovato al meglio. Le scelte definitive, compresa quella dei centrocampisti, me le riservo dopo le ultime profonde valutazioni. Anche Maistro è pronto, dopo l’infortunio che lo ha costretto saltare la trasferta di Bari. Per quel ruolo c’è anche Zanellato, che, a centrocampo, può essere impiegato, con ottimi risultati, in tutte le posizioni”. Viste le indisponibilità degli infortunati Arena e Murgia, è possibile vedere la Spal iniziare con Alfonso; Dickmann, Peda, Meccariello, Tripaldelli; Proia, Esposito, Zanellato; Maistro; Moncini, La Mantia. Assenti i due esterni Haps e Zampano Javorcic, che stenta ambientarsi in laguna, dopo il capolavoro di Bolzano, anche perchè si deve confrontare con un gruppo che comprende 24 giocatori nati fuori dall’Italia, in 17 nazioni diverse, filosofia diametralmente opposto a quella della società di Joe Tacopina, potrebbe rispondere con Joronen; Candela, Wisniewski, Ceccaroni, Zabala; Crnigoj, Fiordilino, Cuisance; Connolly, Pohjanpalo, Johnsen. Si inizia alle 16.15. Dirigerà Gianluca Manganiello della sezione di Pinerolo. Radiocronaca diretta su Radio Bruno. In FM, 94,00 mhz a Ferrara, 100,00 mhz Comacchio e Lidi, sul sito www.radiobruno.it e sull’App di Radio Bruno, scaricabile gratuitamente.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.