SPAL: rispunta Ceravolo?

Addio a Catellani e Claiton. Resta Spighivagnati-semplici-spal

Catellani ha raggiunto l’accordo con il Carpi, preferito alla Spal per ragioni di famiglia, Claiton vicino al rinnovo per tre anni con il Crotone. Come si era intuito già da alcuni giorni, in salita anche la strada che porta verso Munari, ma discorso non del tutto chiuso. Oltre a Antenucci, Ghiglione e Pontisso, definiti l’ingaggio del portiere Meret(Udinese) e la conferma di Ceccaroni, restano però da individuare almeno altri tre elementi fondamentali: leader della difesa, si è parlato anche dello sloveno Krnic del Cagliari, appena ventiduenne, ma con 21 presenze in B e l’anno oprima 22 in A con il Cesena, uomo esperto a centrocampo, sempre che non si chiuda con Munari, e spalla dell’ex punta del Leeds. Per la retroguardia strebbe spuntata la candidatura di Aquilanti del retrocesso Lanciano, ma non pare una prima scelta, tutto da verificare per quanto riguarda gli altri settori, anche se Ceravolo potrebbe tornare in corsa, oppure si può ipotizzare uno sguardo verso l’estero. Ad un passo dalla conferma Mirco Spighi. Indipendentemente dai nomi, per affrontare una stagione all’altezza delle aspettative, ovvero per non correre tropi rischi, indispensabile inserire nell’organico giocatori del valore tecnico e di esperienza pari agli obiettivi che sembrano destinati ad allontanarsi definitivamente, perciò pure con importanti trascorsi almeno nel campionato cadetto, visto che a parte Gasparetto, Schiavon, Giani e Antenucci nell’attuale rosa nessuno ha maturato esperienze in serie B. Il lavoro che attende Vagnati si profila impegnativo, ma fino ad oggi D.S.e società si sono sempre ben districati nei meandri del mercato, doveroso attendere con fiducia gli esiti anche di questa campagna acquisti, che comunque si presenta più complicata delle precedenti…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *