SPAL: via a test e visite mediche

Poi gli allenamenti, a porte chiuse

Come previsto i convocati dalla società si sono puntualmente presentati per i tamponi e le visite di rito ad inizio stagione. Se non ci saranno intoppi, prenderà poi il via la preparazione, agli ordini di Pasquale Marino e del suo staff, la cui composizione, Massimo Mezzini a parte, dovrebbe essere svelata a breve dalla società. Gli allenamenti si svolgeranno al Centro G.B. Fabbri. Fino a quando non interverranno modifiche al protocollo anti COVID le sedute saranno forzatamente tutte a porte chiuse. A proposito di virus, da segnalare la positività riscontrata dagli esiti dei tamponi cui sono stati sottoposti, rispettivamente a Cagliari e Napoli, gli ex biancoazzurri Cerri e Petagna. Entrambi senza sintomi ed in salute, ma dovranno osservare il periodo di quarantena. Nel frattempo Giorgio Zamuner lavora per comporre il gruppo su cui potrà fare affidamento Pasquale Marino e che subirà profonde modifiche rispetto a quello oggi a disposizione. Prioritario il capitolo cessioni. Una delle prime operazioni dovrebbe essere quella relativa al trasferimento alla Lazio di Fares. Oltre ad un buon introito per le casse sociali, nell’affare dovrebbe essere inserita una contropartita tecnica. Il sogno sarebbe il ventitreenne Sofia Kiyine, nella scorsa stagione trentaquattro presenze e dieci reti nella Salernitana, ma di proprietà della società di Lotito. Sarebbe indubbiamente un’operazione interessantissima, quanto però difficile da condurre in porto. La Spal giustamente sta provandoci.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *