“Spin off” del Ferrara Buskers Festival: domani alle 21,30 concerto dei “Daiana Lou” al Parco Coletta

L‘edizione 2021 del Ferrara Buskers Festival, la numero 34, dal titolo “Torniamo a respirare”, quest’anno si arricchisce di un nuovo ‘spin off’. Ancor prima della tradizionale preview a Comacchio, infatti, l’appuntamento sarà anticipato, già da questo venerdì da un concerto introduttivo. L’appuntamento è per domani, 6 agosto alle 21,30 al parco Marco Coletta, l’area riqualificata ai piedi delle torri del Grattacielo: sul palco saliranno i “Daiana Lou” nell’ambito della rassegna ‘Giardino per tutti’.

Consacrata dall’esperienza a X Factor, la band pop è da quattro anni ospite fissa del Ferrara Buskers Festival e quest’anno, in tour in Italia, ha deciso di omaggiare Ferrara. Si tratterà del primo spettacolo con accesso tramite Green Pass. Anche sul palco i Daiana Lou conservano la loro anima di artisti di strada.

Questo evento arricchirà ulteriormente il calendario del Festival, regalando nuove tappe di avvicinamento alla manifestazione, attesa dal 26 al 29 agosto nella nuova location di Parco Massari, con prologo il 24 agosto a Comacchio. Il 25 agosto, a Ferrara, è inoltre in programma un’altra novità di questa edizione: l’inaugurazione di un’inedita mostra dedicata al mondo degli artisti di strada al Padiglione di Arte contemporanea.

Con la prenotazione si potrà accedere a 18 spettacoli a sera, nell’area di parco Massari, per l’occasione attrezzata per poter accogliere il pubblico in piena sicurezza con sedie, zonizzazioni e aree riservate. Oltre alle esibizioni degli artisti il Festival quest’anno prevede anche laboratori per bambini (che fino a sette anni non pagano), aree gioco, iniziative a loro dedicate, spettacoli di giocolieri.

E poi un’area ristoro in zona centro-parco con stand gastronomici, un settore dedicato alla cucina vegetariana e uno alla pizza. In una speciale area le protagoniste saranno le api, quest’anno poste al centro dell’appuntamento per il loro ruolo centrale nella salvaguardia della biodiversità e per la profonda connessione con i temi della tutela ambientale e del futuro del pianeta.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.