Ancora violenze sulle donne: rompe il naso e provoca un trauma cranico alla ex

carabinieri carabiniere autoAncora un caso di violenza sulle donne a Ferrara, l’ennesimo.

Avrebbe picchiato violentemente la ex, tanto da fratturarle le ossa nasali e provocarle un trauma cranico, più contusioni multiple. E’ quanto avrebbe provocato all’ex compagna, dopo una delle varie aggressioni, un 43enne di Berra con precedenti con la giustizia a cui, oggi i carabinieri, è stata applicata la misura coercitiva del divieto di avvicinamento all’abitazione della persona offesa, emessa dal GIP del Tribunale di Ferrara.

Ancora un caso nel ferrarese di violenza sulle donne. Secondo i militari, l’uomo era preso da un’ossessione morbosa nei confronti della ex.

Dopo tre anni di relazione e a un anno e mezzo dalla fine del rapporto, da giugno scorso il 43enne avrebbe inoltre controllato i movimenti della donna, pedinandola, danneggiandole l’auto fino alle aggressioni fisiche. E per i carabinieri, la vittima viveva in un perenne stato d’ansia.

Domenica 14 ottobre 2018 – Ancora violenze sulle donne: getta sostanza caustica sul petto della ex

carabinieri centoUn fenomeno che continua a destare allarme, fino ad arrivare a episodi di violenza che preoccupano.

Stiamo parlando di violenza sulle donne e di atti di stalking: ancora due episodi, in uno persino un uomo ha gettato della soda caustica contro la ex.

Ustione di primo grado provocata dalla sostanza caustica liquida che l’ex gli gettò addosso durante una manifestazione e alla presenza di numerosi testimoni. E’ quanto successo a Copparo ed è l’ennesimo preoccupante episodio di violenza sulle donne e di stalking registrato a Ferrara e provincia.

Dopo i due arresti di venerdì nell’alto ferrarese, ancora due casi in cui sono dovuti intervenire i carabinieri.  Sabato i militari di Copparo hanno arrestato un ferrarese di 31 anni, ritenuto responsabile di atti persecutori e lesioni personali.

Un provvedimento restrittivo ai domiciliari scaturito dopo la denuncia presentata dall’ex compagna, vittima di molestie, minacce e lesioni subite dall’agosto scorso, quando lei lasciò il 31enne. L’uomo, che secondo i carabinieri non accettò la fine della storia, iniziò a molestarla con messaggi e chiamate a tutte le ore del giorno e della notte, a pedinarla, arrivando addirittura a gettarle sul petto una sostanza caustica liquida.

In città invece, sabato mattina, i carabinieri di Vigarano Mainarda hanno arrestato un ferrarese di 63 anni con precedenti con la giustizia, evaso dagli arresti domiciliari, in cui si trovava dopo episodi di stalking, per raggiungere l’abitazione della vittima e offenderla. Dopo l’episodio si è dato alla fuga ma i militari lo hanno rintracciato e portato in carcere in via Arginone.

Sabato 13 ottobre – Stalkeraggio, atti persecutori e lesioni aggravate: due arresti nell’alto ferrarese

aurum carabinieriAtti persecutori, lesioni aggravate e stalkeraggio. Due gli episodi registrati nell’alto ferrarese: uno a Renazzo di Cento l’altro a Burana di Bondeno. In manette un giovane romeno ed un bondenese di 54 anni

Ha perseguitato per mesi l’ex fidanzata con messaggi, pedinamenti e danneggiamenti, minacciando alcune amiche della ragazza che le avevano manifestato solidarietà. E nonostante un ammonimento emesso in agosto dal Questore di Ferrara aveva continuato la sua attività di stalker, entrando in casa dell’ex fidanzata per rubare le chiavi di riserva dell’auto per rubarle in seguito le targhe della vettura.

Tutti atti persecutori cui si è messo fine con l’arresto del 34enne, di nazionalità romena, disoccupato e già conosciuto alle forze dell’ordine. L’uomo è stato portato in carcere giovedì dai carabinieri di Renazzo dopo le indagini dei militari, durate quattro mesi, coordinate dal sostituto procuratore Andrea Maggioni.

Il giovane, nei confronti del quale il giudice per le indagini preliminari, su richiesta del Pm ha emesso il provvedimento restrittivo di custodia cautelare in carcere, teneva nascosta nella propria abitazione la refurtiva rubata nei mesi precedenti all’ex fidanzata, sua connazionale, tra cui le targhe dell’auto a lei intestata.

Sempre nell’alto ferrarese venerdì mattina i carabinieri della stazione di Burana hanno arrestato un bondenese di 53 anni, pregiudicato per il reato di lesioni personali aggravata ai danni dell’ex compagna.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *