Stalking nei confronti dell’ex, 40esimo ammonimento del questore

Misura di prevenzione dell’ammonimento per atti persecutori notificata ad un ferrarese, resosi protagonista di stalking nei confronti della ex fidanzata per non aver accettato la fine della relazione.

La donna riferiva di aver intrattenuto un rapporto sentimentale durato quasi due anni, ma già dai primi mesi iniziavano i litigi per futili motivi a volte con toni violenti e intimidatori, tanto da indurla ad interrompere la relazione dopo qualche mese. Lo stalker non rassegnato, cercava di riconquistare la vittima con promesse di migliorare il suo comportamento e alcuni aspetti della loro relazione, implorandola di dargli una seconda possibilità, ma dopo un breve periodo di apparente coinvolgimento sentimentale e di tranquillità, ricominciavano i disaccordi tanto che la ragazza decideva definitivamente di interrompere il rapporto.

L’uomo, non accettando la decisione, iniziava a tormentarla con l’invio quotidiano di una pluralità di messaggi, continue telefonate, appostamenti sotto casa e nei pressi dei luoghi frequentati. Per la giovane donna, costretta a cambiare le proprie abitudini di vita e bloccare il numero di cellulare, cominciava un doloroso periodo di perdurante e grave stato di ansia, paura e timore per la propria incolumità.

Ricevuta la segnalazione della grave vicenda, la Divisione Polizia Anticrimine della Questura, Ufficio specializzato nella trattazione di casi di stalking e violenza di genere, iniziava gli accertamenti finalizzati a riscontrare oggettivamente le dichiarazioni ricevute.

Al termine dell’istruttoria, il Questore Capocasa ha emesso il provvedimento dell’ “Ammonimento” , intimando allo stalker di interrompere ogni tipo di contatto e condotta lesiva.

Il 40° dall’inizio dell’anno.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.