Studenti stranieri a scuola, linee guida per un inserimento più semplice

Alunni stranieri: definite le linee guida per favorire l’integrazione nel mondo scolastico cittadino.

Contiene una serie di linee guida per rendere il più possibile omogeneo ed efficace il sistema di inserimento degli alunni stranieri nei servizi educativi e nelle scuole primarie e secondarie di Ferrara il protocollo d’intesa che ha ottenuto oggi il via libera della Giunta e che vedrà il coinvolgimento di tutti i soggetti del mondo della scuola cittadino.

Tra questi, oltre all’Istituzione Servizi Educativi, Scolastici e per le famiglie del Comune di Ferrara, anche il Centro Provinciale per l’Istruzione degli Adulti  (Cpia) di Ferrara, l’Ufficio Scolastico per l’ambito territoriale di Ferrara, i Servizi Educativi e le scuole d’infanzia, gli Istituti Comprensivi e gli Istituti Superiori cittadini.
Autrice delle linee guida è la Commissione Tecnica Locale Alunni Stranieri che è nata su impulso e con il coordinamento dell’Ufficio Alunni Stranieri del Comune di Ferrara e che comprende i rappresentanti delle scuole cittadine dei diversi ordini e gradi e dei servizi sanitari e sociali ferraresi.

Obiettivo generale del Protocollo e delle Linee Guida è quello di contribuire, attraverso una programmazione condivisa degli interventi e la messa in comune delle risorse da parte di tutti i soggetti firmatari, a rendere il sistema scolastico ferrarese sia sempre più capace di assicurare accoglienza, integrazione e percorsi scolastici di qualità a tutti gli alunni che frequentano la scuola, mettendo in condizione anche i bambini e i ragazzi stranieri di apprendere la lingua italiana con supporti didattici adeguati e di frequentare con profitto la scuola.
Tra le novità operative che saranno oggetto di un periodo di sperimentazione fino a luglio 2019, anche l’istituzione (per il prossimo biennio scolastico) di una “scuola polo-amministrativo”, da individuare mediante uno specifico accordo di rete e di scopo tra gli Istituti Comprensivi cittadini, che si faccia carico di accogliere ed informare i minori neo-arrivati con i loro genitori, facilitando la loro iscrizione e l’inserimento nelle diverse scuole cittadine evitando il più possibile concentrazioni eccessive in alcuni istituti. Numerose altre indicazioni contenute nelle linee guida riguardano poi i percorsi di facilitazione dell’apprendimento della lingua italiana per tutte le età e progetti per favorire l’accoglienza dei neo arrivati e l’integrazione nelle classi, l’educazione interculturale e il supporto ai genitori.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *