Stupro a Nazioni: per i tre ragazzi, dopo l’assoluzione, ora c’è l’indennizzo

tribunale

Dopo essere stati assolti dall’accusa di violenza sessuale di gruppo conseguente a una denuncia di un’amica 16enne, per fatti che avvennero nel ponte pasquale del 2008, in una casa vacanza di Lido Nazioni, ora la Cassazione ha disposto che la Corte d’Appello di Bologna quantifichi l’indennizzo per i tre ragazzi di Brescia.

Furono accusati di violenza sessuale di gruppo dopo la denuncia di una sedicenne che con il suo ragazzo e tre amici di lui trascorse il ponte pasquale del 2008 in una casa di Lido Nazioni. Oggi tuttavia quei tre giovani hanno vinto una causa in Cassazione che dispone che la Corte d’Appello di Bologna definisca il risarcimento per i tre giovani che trascorsero – ingiustamente – ben 27 giorni in carcere per una detenzione preventiva.

A distanza di sei anni si conclude la vicenda che partì tre mesi dopo quel ponte pasquale del 2008, quando la minore, fidanzatina di un amico dei tre, decise di fare denuncia. I tre giovani, tutti del bresciano, dapprima furono indagati e poi arrestati il 13 febbraio del 2009.

Nel 2010 tuttavia arriva l’assoluzione per i tre ragazzi, assistiti dall’avvocato del foro di Ferrara, Claudio Manuzzi, unitamente al collega di Brescia, il legale Andrea Frigo. Ora la Corte d’Appello di Bologna dovrà decidere per l’indennizzo dei tre giovani che da subito, attraverso i loro legali, affermarono che la ragazza ebbe rapporti con loro in modo consenziente.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *