Su Ferrara Fiere una seduta della Commissione di controllo sui servizi pubblici

Francesco Colaiacovo, presidente della Commissione consiliare di controllo sui servizi pubblici, risponde alla richiesta dell’Assessore Fornasini e fissa al 9 febbraio una seduta della Commissione dedicata a Ferrara Fiere. Sarà la prima, scrive Colaiacovo di una serie di sedute dedicate alle aziende partecipate dal Comune di Ferrara. Queste le prime reazioni in Municipio alla notizia di un avviso di garanzia per l’ex sindaco di Ferrara Tiziano Tagliani e l’ex assessore ai Lavori pubblici Aldo Modonesi.

Una proroga di 6 mesi per approfondire le indagini su Ferrara Fiere, indagini aperte due anni fa per presunte irregolarità nella gestione di appalti, e l’inserimento nel registro degli indagati dei nomi dell’ex sindaco di Ferrara Tiziano Tagliani e dell’ex assessore ai Lavori pubblici Aldo Modonesi: sono queste le novità apparse in questi giorni sulla stampa locale  in merito all’inchiesta  della Procura di Ferrara  entrata nel vivo con le perquisizione dei mesi estivi.

Inchiesta che  fin dall’inizio ha battuto due strade, quella relativa all’accusa di concussione ai dirigenti di Ferrarafiere mossa da Scavuzzo, ex pentito di mafia ed ex fornitore dell’Ente fieristico ferrarese, e una seconda relativa alla gara d’appalto pubblica per i lavori di adeguamento e messa in sicurezza post sisma 2012 della sede di Ferrara Fiere,

Un grosso appalto di 5 milioni di euro finanziato con i fondi post sisma dalla Regione che vedrebbe coinvolti, secondo le voci diffuse dai media,   i due ex amministratori ferraresi, che ne hanno avuto notizia dalla stampa, non avendo   a tutt’oggi ricevuto nessun avviso di garanzia.

Sono queste le novità che hanno fatto scattare le reazioni di Palazzo municipale, dove l’Assessore al Bilancio con delega alle Società Partecipate Matteo Fornasini  ha chiesto al presidente della Commissione consiliare di controllo sui servizi pubblici, Francesco Colaiacovo e al presidente del Consiglio comunale, Lorenzo Poltronieri di fare chiarezza  sulla grave situazione economica, finanziaria e patrimoniale dell’ente Fiera”.

Immediata oggi la risposta di Francesco Colaiacovo. “Provvederò oggi stesso –  scrive il presidente della Commissione consiliare di controllo sui servizi pubblici – a programmare una serie di commissioni di controllo sulle aziende partecipate, subito dopo quella sulla fiera fissata per il 9 febbraio p.v.

Un impegno con cui Colaiacovo allarga, in sostanza, a tutte le partecipate – direttamente e indirettamente dal Comune -la richiesta di Fornasini relativa a Ferrara Fiere. Per aprire una discussione politica a largo raggio sulle attività  i bilanci e le prospettive delle parteciparte, con  particolare riferimento ad una sua specifica recente  richiesta di una informativa sulla governance della Holding a cui Fornasini aveva dato la sua personale disponibilità chiedendo, però, di rinviarla di alcuni mesi.

Colaiacovo conclude scrivendo”

Condivido il pensiero dell’Assessore sul ruolo della Commissione quale luogo di approfondimento e trasparenza, a beneficio anche dei cittadini, lo stesso spirito che muove i consiglieri di opposizione quando chiedono la convocazione della commissione cultura per discutere delle vicende della Fondazione teatro comunale, chiesta il 14 gennaio e ancora non convocata.

D. B.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *