Tagliani risponde a Gramellini: “Ferrara città civile, ma con insensibilità crescente”

tagliani

Sul numero odierno del quotidiano “La Stampa”, Massimo Gramellini ha dedicato il proprio editoriale “Buongiorno” al caso del nigeriano suicidatosi di recente alla stazione di Ferrara.

Il drammatico episodio – che risale a sabato scorso – ha scatenato diversi commenti razzisti sui social network, tali da provocare forte indignazione, riassunta in un articolo pubblicato dal sito “FerraraItalia” a firma di Ruggero Veronese. Gramellini, rifacendosi proprio a questo pezzo, parla della nostra città, pur definita “civilissima”, evidenziando una paura dell’immigrato non integrabile e della rabbia per i trattamenti di favore di cui godrebbe rispetto ai residenti. Comportamenti che provocano le reazioni incivili che si sono lette sul web e che – secondo lo stesso Gramellini – non ci porrebbe troppo lontano dai tagliagole dell’Isis.

Il sindaco Tagliani ha risposto ringraziando il noto giornalista/scrittore per aver dedicato al caso il suo buongiorno. “Ferrara – sostiene il sindaco – è una città civile che deve fare i conti con una insensibilità crescente che preoccupa ed inorridisce”. L’augurio di Tagliani è che l’intervento di Gramellini possa motivare tutti quei cittadini – oggi silenziosi – ad intervenire, con coraggio, contro l’indifferenza e la disumanità. Ferrara non può e non deve perdere i propri valori comunitari, qui dove è sempre stata viva la cultura della solidarietà e dell’accoglienza, realizzata con azioni concrete anche attraverso l’incontro tra uomini e donne di culture diverse.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *