Taglio del nastro per la settima Sagra della Canocchia

E’ ormai diventato un appuntamento consueto di fine primavera per Porto Garibaldi e per il territorio di Comacchio. Ha preso il via la settima edizione della Sagra della Canocchia e della Seppia, iniziativa che coniuga tradizione e volontariato per due fine settimana (20-21 e 27-28 maggio).

Dopo la cena di beneficenza di venerdì sera per il Centro Parrocchiale di Porto Garibaldi, nella mattinata di sabato 20 si è tenuto il taglio del nastro alla presenza di Lorena Carli, Presidente dell’Associazione dei commercianti l’Alba, ente che organizza la sagra, in collaborazione con la Cooperativa Piccola e Grande Pesca, con la Famìa ad Magnavaca, con l’Acti, l’Anmi e con il supporto della Protezione Civile Trepponti.

Tante specialità tipiche, ma anche eventi che intratterrano il pubblico come i fuochi piroteatrali in programma sabato 27 alle 23.30 sul portocanale. Inoltre, i primi turisti stranieri della stagione, oltre ai molti “pendolari” della sagra, potranno approfittare di visite guidate nelle Valli di Comacchio, di escursioni a piedi e in bicicletta e di altre opportunità per conoscere il territorio che circonda la base della Sagra.

La Sagra della Canocchia e della Seppia vuole essere anche il pretesto non solo per divertire e promuovere l’enogastronomia locale, ma anche per mettere in luce le difficoltà che le marinerie ed il mondo della pesca stanno attraversando negli ultimi anni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *