Tassa di soggiorno a Comacchio: il punto

mare

Non ci sono ancora novità relativamente alla tassa di soggiorno per il Comune di Comacchio, che, a seguito di un atto della Camera di Consiglio n. 35/2016 della Corte dei Conti dell’Abruzzo, dovrebbe essere escluso dalla possibilità di applicarla dal primo aprile, come inizialmente previsto.

Nello specifico, la tassa potrebbe essere applicata solo dai Comuni che già ne disponevano, mentre non dovrebbe essere estesa a chi ne ha fatto recentemente richiesta. Il sindaco Marco Fabbri ha espresso il proprio disappunto, definendo la norma incostituzionale, perchè pregiudica retroattivamente la capacità programmatica e di bilancio, riconosciuta ai Comuni dall’art. 119 della Costituzione.

Le conseguenze sono gravissime perché tale situazione rischia di provocare un danno irreparabile al bilancio dell’Ente, oltre a mettere in discussione i recenti bandi per l’animazione, gli intrattenimenti estivi e invernali, nonchè i grandi eventi come il Comacchio Summer Fest e la Notte Rosa.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *