Primarie M5S, Tavolazzi: 20 domande a Casaleggio

Valentino Tavolazzi non demorde sulle regole e, in occasione delle primarie dei parlamentari a 5 Stelle, pone “20 domande per Casaleggio” sul voto. Le prime domande sono sul portale dove si vota: “chi sono gli amministratori del Portale”, come vengono scelti, “dove è fisicamente il server? Chi ha accesso alle informazioni sensibili? Quali sono le metodologie di sicurezza?”.

Poi su chi ha diritto al voto: quanti sono gli iscritti e quanti “operano regolarmente? Come sono suddivisi per regione e provincia?”. Quindi il voto in sé, per “garantire trasparenza”, e sapere “chi certificherà che le votazioni sono libere, reali e che il conteggio sarà corretto. I verbali dei risultati come verranno resi pubblici? Si prevedono ‘terze parti’ abilitate al controllo?”. E “come verranno proclamati gli eletti? Vi sono state deroghe per la scelta dei candidati?”.

Tavolazzi teme poi l’attacco di ‘hacker’: “Nel caso di problemi di accesso o di attacco hacker, come si pensa di rendere possibile il voto?”. Ed eventuali contestazioni: “Sarà possibile per tutti i cittadini verificare le operazioni di voto? Nel caso di controversie o ricorsi chi e come si deciderà? Ogni votante avrà una certificazione dell’avvenuto voto verificabile in ogni momento?”. Quindi la privacy: “Le informazioni sul voto essendo dati estremamente sensibili, da chi verranno gestite, archiviate e rese inaccessibili?”.

E chiude tornando a criticare “la ‘struttura di comunicazione’ che sarà destinataria dei fondi dei gruppo parlamentari”.


Un pensiero su “Primarie M5S, Tavolazzi: 20 domande a Casaleggio

  • 03/12/2012 in 18:45
    Permalink

    Sign.re Tavolazzi, in questa Italia stiamo vivendo in una finta democrazia.Nel m5s ci possono essere cose condivise o non condivise ,ma la cosa più importante che fa superare ogni cosa e che questa casta di maledetti ladri, che hanno rovinato un paese come l’Italia, vadano a casa e devono essere processati,condannati e i loro beni requisiti.

    Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *