TCHOUKBALL: partenza a pieno regime per le squadre ferraresi

Domenica è iniziata la Serie A del Campionato Italiano CSI di Tchoukball che  assegnerà il 15° scudetto, il secondo dopo l’interruzione  dovuta al Covid 19.

Il Ferrara Tchoukball si è presentato ai nastri di partenza con due squadre rinnovate in un interessante mix fra giocatori esperti e giovani emergenti.

Anche i nomi delle compagini ferraresi sono stati rimodulati: Bels e Bubanuts avviano un nuovo percorso con un richiamo alle radici linguistiche della nostra terra.

La prima giornata ha visto i gialloblu ferraresi incontrare Forlì No Stop e Empoli White Wallers.

Sul parquet del palazzetto di Poggio Renatico le squadre di casa hanno vinto quattro partite su quattro: un risultato niente affatto scontato viste le tante novità nelle formazioni estensi.

I Bels, squadra strutturata sul telaio dei Bulls vice campioni d’Italia, hanno ottenuto larghe vittorie (66 a 29 con Forlì e 69 a 30 con Empoli) confermando di essere sulla buona strada nel rinnovamento proposto dagli allenatori Stefano Checchi e Luca Greco.

La vera sorpresa sono state le due vittorie dei Bubanuts (59 a 52 con Empoli e 60 a 50 con Forlì): la nuova compagine formata da debuttanti assoluti in Serie A, affiancati da tchoukers più esperti, sembra ben avviata verso un campionato tranquillo che consolidi questo interessante esperimento affidato all’allenatrice Chiara Checchi.

Come da tradizione del Tchoukball è andata in scena una bella giornata di sport: la frase “bel gioco chiama bel gioco” di Hermann Brandt (l’inventore di questo sport) è stata pienamente messa in pratica in campo e sugli spalti.

Risultati:

Ferrara Bels –  Forlì No Stop  66 – 29

Ferrara Bubanuts- Empoli White Wallers 59 – 52

Ferrara Bels – Empoli White Wallers  69 – 30

Ferrara Bubanuts – Forlì No Stop  6050

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *