Teatro Comunale: Immagini in …scena

Teatro

Aperta al pubblico da martedì 26 novembre la Biblioteca Archivio del Teatro, con il Catalogo online dell’Archivio fotografico del Teatro si presenta con un volume ”dal titolo Il teatro per immagini. Le stagioni teatrali nell’Archivio fotografico del Teatro Comunale di Ferrara (1964-2012)”, pubblicato nella collana “IBC Immagini e Documenti” dalla Editrice Compositori di Bologna, curato da Giuseppina Benassati e Roberta Cristofori, con una presentazione di Claudio Abbado e fotografie di Marco Caselli Nirmal, da trent’anni fotografo ufficiale del teatro comunale di Ferrara. 450 scatti che rievocano una parte importante della vita culturale della città oltre del teatro, ma anche una memoria straordinaria che Marco Caselli Nirmal ha trasferito in immagini di grande impatto documentario ed emotivo.

Caselli Nirmal
Marco Caselli Nirmal

Realizzato grazie all’intervento dell’IBC Emilia Romagna, che ne ha curato, coordinata e condotto a livello scientifico la catalogazione, l’archivio fotografico del Teatro Comunale di Ferrara si è tradotto in un volume , Il Teatro per Immagini, che attraverso le immagini scattate da Marco Caselli Nirmal consente di ripercorrere momenti straordinari delle stagioni del Teatro estense di cui raccontano 50 anni di vita.Fotografo ufficiale del Teatro di Ferrara, Marco Caselli Nirmal intervistato da Dalia Bighinati racconta così i suoi trent’anni di attività, in una professione, dice Marco Caselli Nirmal , che non ha nulla di magico, artistico o in qualche modo da mitizzare, ma che richiede una capacità di mettersi ogni volta in sintonia con l’opera rappresentata e soprattutto con le persone in scena. “Non ho regole, dice Marco Caselli Nirmal, nell’intervista concessa a Telestense, di ogni spettaclo cerco di catturare e riprodurre con la fotocamera le emozioni che mi trasmettono un brano musicale, un gesto attoriale, una coreografia.”

L’intervista integrale a Marco Caselli Nirmal andrà in onda su Telestense, martedì 3 dicembre ore 20.45

%CODE%

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *