Concerto grosso di Bacalov chiude la stagione

Si è conclusa venerdì sera 15 luglio, con il Concerto grosso per Louis Bacalov la stagione 2021/22 del Teatro Comunale di Ferrara, realizzata in undici mesi di programmazione ed eventi di opera, balletto, prosa, danza e musica. Madrina della serata è stata Maria Grazia Cucinotta, protagonista de Il postino con l’indimenticabile Massimo Troisi, film con cui il compositore italo-argentino Luis Bacalov vinse l’Oscar per la migliore colonna sonora nel 1996. L’appuntamento è ora con Interno Verde Danza il 16, 17 e 18 settembre nei giardini e cortili più suggestivi della città

Con “Un fiume di emozioni tra le note” il Concerto Grosso per Luis Bacalov presentato da Maria Grazia Cucinotta e dal regista argentino amico e collaboratore di Bacalov, Carlos Branca, il  Teatro Comunale di Ferrara ha chiuso la stagione 2021-2022 lasciando nel pubblico le emozioni ora struggenti, ora sorprendenti della musica del compositore italo-argentino. Un genio della musica da film al pari di Ennio Morricone che , come ha detto la  madrina della serata, Maria Grazia Cucinotta “non smette mai di sorprenderti, emozionarti e divertirti”.

Lo spettacolo, con la regia di Carlos Branca e Rosanna Pavarini, ha voluto rendere omaggio a Louis  Bacalov, con il quale per anni hanno lavorato e collaborato. Arrangiatore di canzoni diventate veri e propri tormentoni (da Fatti mandare dalla mamma a prendere il latte di Gianni Morandi a La partita di pallone di Rita Pavone, solo per citare le più celebri) Bacalov  scomparso nel 2017, coideatore dello spettacolo Concerto grosso ha voluto raccontare questo aspetto della sua carriera, un mix di musica leggera e  concertistica che ha contribuito a rendere indimenticabili film come Quien Sabe? , regia di Damiano Damiani, Django di Corbucci , La città delle donne di Fellini, Il postino

di Radford, La tregua di Rosi,  per finire con Kill Bill vol.1 e 2 di .Quentin Tarantino.

I titoli più famosi del compositore- compresi i tre brani dell’LP “Concerto Grosso per i New Trolls”, che all’apice del loro successo collaborarono con il compositore argentino, sono stati eseguiti dal vivo dall’Orchestra Città di Ferrara, diretta da Antonio Aiello (konzertmeister), e gli Ànema con il direttore artistico del Teatro Comunale, Marcello Corvino, che si è esibito magistralmente  al violino, insieme ai musicisti, Laura Sarti, Pasquale Morgante, Biagio Labanca, Fabio Tricomi, Massimo de Stephanis e Maurizio Brancone) e dalle voci di Giuseppe Ferro, Erika Corradi, Rachele Amore e Cecilia Ottaviani.

Durante la serata sono state eseguite musiche tratte da Il Vangelo secondo Matteo, regia di Pier Paolo Pasolini, che portò Bacalov alla sua prima nomination agli Oscar.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.