TENNIS TAVOLO: Gallerani e Mugellini bronzo ai regionali

Nel singolare e nel doppio di quarta categoria

Due “bronzi”, per il Tennistavolo Ferrara, nei campionati regionali di quarta categoria. A Manzolino, nello scorso fine settimana, Simone Gallerani ha conquistato due significativi terzi posti, il primo in un torneo di singolare forte di sessantuno iscritti e di un livello decisamente buono, il secondo in doppio con il compagno di squadra Enrico Mugellini.
Una marcia, quella di Gallerani nella prova di singolo, irta di ostacoli e ricca di gare combattute, a tratti anche molto difficili. Ben tre, infatti, i quinti set vinti dopo essere stato sotto per 1-2 (contro Bini e Zazzi in girone, poi con il forte Nostri nel tabellone a eliminazione diretta), ma l’impresa più bella è stata sicuramente quella messa a segno nei quarti di finale, in cui l’atleta ferrarese ha eliminato in quattro frazioni il forlivese Monaco, che lo precede di centonovanta posti nelle classifiche nazionali ed è prossimo al passaggio in terza categoria. In semifinale Gallerani ha poi sfiorato un altro colpo da novanta, portandosi avanti di due set e sul 9-9 nel terzo con il più quotato Bigi, ma la reazione dell’esperto reggiano, a un passo dalla sconfitta, è stata perentoria e il pongista estense è stato rimontato e battuto al quinto.
Sempre nel torneo di singolare è andata meno bene a Giulio Sani, accreditato della testa di serie numero uno ma eliminato negli ottavi di finale per 2-3 dal talentuoso ravennate Sarti dopo avere vinto a punteggio pieno il girone di prima fase ed avere eliminato l’ostico Piacente al termine di una gara molto tirata. Tabellone a eliminazione diretta anche per Mugellini, secondo nel suo raggruppamento e poi battuto nei sedicesimi di finale da Pacchiosi.
Il secondo podio per il Tennistavolo Ferrara è giunto nella prova di doppio, dove Gallerani e Mugellini, alla loro seconda esperienza insieme, hanno onorato il loro ruolo di terza testa di serie del torneo battendo Ramponi-Rossi e cedendo di un soffio – con due set persi ai vantaggi – ai giovani parmensi Tini-Sernesi, poi vincitori del titolo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *