TENNISTAVOLO: turno in chiaroscuro per le ferraresi

Serie A travolta a Sarmeola, impresa della B con il Nettuno

Gioie e dolori, per il Tennistavolo Ferrara, nella quarta giornata di serie C1. Se la formazione “A”, in veste rimaneggiata per l’assenza del numero uno Seidenari, è stata travolta sul campo del Vergati Sarmeola (0-5), la squadra “B”, per contro, si è resa protagonista di una memorabile e importantissima rimonta casalinga, battendo in un delicato scontro salvezza il Nettuno Cibix per 5-4 dopo essere stata a un passo dalla sconfitta (era sotto per 1-4).
Una vera e propria battaglia, quella di cui si sono resi protagonisti Curarati (due punti), Sani (due) e Antonucci (uno), quest’ultimo schierato al posto dell’indisponibile Gallerani e al ritorno in C1 nazionale dopo quattro stagioni; una gara piena di pathos e protrattasi per ben cinque ore, con cinque singolari su nove (compreso l’ultimo, quello decisivo) risolti all’ultimo “respiro” del quinto set. Per il Tennistavolo Ferrara “B” sembrava ormai notte fonda quando, sul 2-4, nella sfida fra numeri uno Sani si era trovato a fronteggiare la bellezza di quattro match-point contro un ispiratissimo Zannoni; ma l’orgoglioso colpo di reni del ferrarese (capace di imporsi per 17-15 in una “bella” palpitante) ha dato il via alla clamorosa rimonta di squadra, proseguita con il rapido 3-0 di Curarati su Bertana e completata, nell’incontro finale, da un Antonucci solido e presente nella fase decisiva (3-2 su Serravalli). La vittoria sui bolognesi consente alla squadra “B” di assestarsi a centroclassifica.
Niente da fare, invece, per la formazione “A” a Sarmeola. L’assenza di Seidenari e il valore degli avversari non basta a giustificare il “cappotto” subìto, anche se le partite di Buzzone e Caravita sono state complessivamente combattute. La squadra sarà ora chiamata a rialzarsi in fretta per abbandonare la zona a rischio della classifica.
In serie D1 il Tennistavolo Ferrara “C” ha espugnato il campo del Reggio Emilia per 5-1, con due punti del sempre più positivo Mugellini, doppietta di Mari e un punto di Silvia Traversi. Netta la superiorità dimostrata, con la classifica che, grazie alla seconda vittoria consecutiva, si fa più tranquilla (+4 dalla zona retrocessione).
Ferma la squadra di D2 per il turno di riposo, in D3 la formazione “E” societaria ha confermato il suo dominio assoluto battendo in casa la Virtus Casalgrande “D” per 5-2 con tre punti dell’ancora imbattuto Andreoli e due vittorie di un solido Bianchetti. La squadra “F”, invece, in un altro girone ha ceduto in casa alla capolista Maior “4” per 1-5 con punto della bandiera di Tumiati.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *