Terremoto, Cento in lutto

Sandra Gherardi (Foto da Facebook)

Sandra Gheradi, la donna centese di 46 anni colpita da un calcinaccio martedì 29 maggio in via Provenzali a Cento, non ce l’ha fatta. Neanche l’intervento chirurgico le ha permesso di sopravvivere alla furia omicida di un terremoto che l’ha sorpresa in sella alla sua bicicletta mentre in pieno centro storico, quel maledetto martedì mattina, si stava recando in Comune per la consegna di alcuni documenti urgenti relativi alla sua attività.

Con il marito e un altro socio Sandra conduceva un’agenzia di pompe funebri molto famosa a Cento.

Sandra ha smesso di vivere ieri, all’ospedale Maggiore di Bologna, dove era stata trasportata d’urgenza. Il calcinaccio infatti l’ha colpita al capo e poi l’ha fatta cadere. Un destino fatale che si è concluso ieri. Lascia un marito, Lorenzo e un figlio di 30anni.

Nell’agenzia dove lavorava il vuoto lasciato da Sandra e la commozione è forte. Raggiunti al telefono con una voce di una persona scioccata ci risponde un collega.

Sandra era ben vista da tutti e conosciuta anche a livello professionale. L’azienda del marito era infatti un’impresa storica di Cna di Cento.

La data dei funerali non è ancora stata fissata. La procura deve ancora autorizzare il trasporto della salma.

[flv]rtmp://telestense.vod.weebo.it/vodservice/20120606_08.flv[/flv]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *