Terremoto: danni ingenti in agricoltura

E’ molto più grave, rispetto alle stime formulate inizialmente, il bilancio dei danni subiti dall’agricoltura ferrarese a seguito dei terremoti del 20 e 29 maggio.

Le aziende agricole danneggiate dal sisma sono oltre 900, quasi tutte concentrate nei sette comuni più colpiti (Ferrara e alto ferrarese). Hanno subito crolli di varia natura (capannoni, abitazioni, fienili, attrezzature). La provincia di Ferrara ha diffuso una stima aggiornata dei danni.

150 milioni di euro di danni corrispondono a circa il 70% della Produzione Lorda Vendibile dell’agricoltura nell’alto ferrarese, che ammonta a quasi 200 milioni di euro. A questo si aggiungono i costi – altre decine di milioni di euro – che le aziende dovranno sostenere per mettere in sicurezza le proprie strutture per il futuro,  come ha osservato l’assessore provinciale all’agricoltura Calderoni.

Non è tutto: i danni del terremoto si sono aggiunti ai danni, anch’essi molto gravi, provocati all’agricoltura dalla siccità, come ha ricordato Franco Benetti, funzionario del servizio agricoltura provinciale. Alcune colture – granturco, soia, ma anche la pera abate – stanno già subendo danni ingenti, fino al 50-70% della produzione.

[flv]http://telestense-view.4me.it/api/xpublisher/resources/weebopublisher/getContentDescriptor?clientId=telestense&contentId=c2450d40-c558-4e9f-962b-5d22135811cc&channelType=STREAMHTTPFLASH[/flv]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *