Terremoto dell’Emilia: dieci anni dopo, Tavola rotonda Unife – INT. assessore Maggi

I ferraresi, per la maggior parte,  prima del 20 maggio di dieci anni fa erano sicuri che qui i terremoti non sarebbero avvenuti.

Oggi si sa, invece, non è così. Basta questo per essere più pronti a fare prevenzione? Come possono le Istituzioni farsi carico di iniziative che coinvolgano i cittadini e contribuiscano a creare, fuori dall’emergenza, quindi sul lungo periodo, una cultura della prevenzione che riduca comunque il rischio sismico?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.