Terremoto – “La vela incantata”: cinema “ambulante” in Emilia per le popolazioni colpite dal sisma. Martedì si parte a Cento

Un cinema ambulante che girava l’Italia. Questa era “La vela incantata” del film che nei primi anni Ottanta realizzò Gianfranco Mingozzi, un regista emiliano doc: di Molinella, per la precisione, dove il padre era proprio gestore di una sala cinematografica. E quale miglior ispirazione per riportare il cinema ambulante in Emilia, alle popolazioni colpite dal sisma?

Proprio così, La vela incantata, si chiama l’iniziativa voluta e realizzata da Arci Emilia-Romagna, Cinemovel Foundation, Cineteca di Bologna, Fondazione Unipolis, Regione Emilia-Romagna, (con il supporto tecnico di Fondazione Teatro Borgatti, Microcine, Visual Technology, Cine-mino di Botteghe Riunite San Renato), per dare vita in queste settimane estive alle arene “cineambulanti” nei paesi dove il terremoto ha costretto le persone nelle tendopoli, fuori dalle loro abitazioni.

La vela incantata è un modo per costruire senso nei non-luoghi delle tendopoli: senso di comunità, senso di solidarietà, senso di normalità. Un contributo ad affermare legalità e sicurezza, anche in vista dell’impegnativa fase di ricostruzione.
Il cinema può tutto questo: è visione collettiva, è condivisione d’idee ed emozioni, è una delle abitudini a cui si rinuncia quando un evento sconvolgente come il terremoto trasforma la quotidianità abituale.

Un vero e proprio work in progress, La vela incantata. Nata con la spontaneità delle tante iniziative che hanno mostrato in queste settimane lo spirito solidale della nostra regione, La vela incantata ha un inizio, martedì 17 luglio, ha dodici comuni e frazioni coinvolti (Reno Centese – Corporeno – XII Morelli – Casumaro – Renazzo – Reggiolo – Bevilacqua – Buonacompra – Alberone – Mirandola – Novi di Modena – Medolla), ma tanti altri piccoli e grandi tasselli potranno aggiungersi a un mosaico che da qui alla fine dell’estate può aiutare, la sera, a scacciare per un po’ l’oppressione dei propri pensieri.

Un primo programma (al momento fino al 5 agosto) di dodici proiezioni itineranti, costruito in stretta relazione con le amministrazioni dei tanti Comuni coinvolti. In uno dei Comuni più colpiti, quello di Medolla, si è voluto di riportare in vita l’Arena Vallechiara, che dal 17 luglio al 16 agosto programmerà ben dieci film.

Un cartellone (per il quale si ringraziano i distributori Istituto Luce, Bim, Luckyred, Libera e Faber Film, Officine Ubu, Feltrinelli, Zalab, Fandango, Cineforum Teram, Lumiere & Co.) che attraverserà alcuni tra i titoli più belli delle recenti stagioni, da The Artist di Michel Hazanavicius a L’uomo che verrà di Giorgio Diritti, da Persepolis di Marjane Satrapi a Hugo Cabret di Martin Scorsese, con l’incursione di uno splendido classico come Luci della città di Charles Chaplin

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *