Tirocini Garanzia Giovani: nuove opportunita’ per i ragazzi e le ragazze tra i 15 e i 29 anni

garanzia giovaniL’ingresso nel mondo del lavoro è sempre più difficile: la crisi continua ad attanagliare il mercato, le aziende faticano ad intravvedere la luce in fondo al tunnel e il costo del personale rappresenta, a tutt’oggi, un peso non sempre compatibile con le risorse a disposizione delle imprese. Si rincorrono le opportunità –poche – offerte dal Legislatore di turno, per cercare di investire sulla “forza lavoro”, massimizzando le agevolazioni concesse: Jobs Act (esonero contributivo triennale fino al 31 Dicembre 2015, ora biennale), assunzione di soggetti precettori di indennità di disoccupazione, oppure iscritti nelle liste di Mobilità (agevolazione concessa fino al 31 Dicembre 2016) e Apprendistato. E proprio quest’ultima forma contrattuale rappresenta, oggi, la più conveniente in termini economici. Molti non conoscono, tuttavia, l’esistenza di un programma europeo che si configura come la “premessa” naturale del contratto di Apprendistato, denominato Garanzia Giovani, rivolto ai ragazzi e alle ragazze tra i 15 e i 29 anni, che non risultino inseriti in un percorso di studi e non siano titolari di un rapporto di lavoro. L’obiettivo è quello di fornire, a coloro che posseggono i requisiti suesposti, opportunità per acquisire nuove competenze ed entrare nel mercato del lavoro.
Ogni Regione ha ricevuto mandato, dal Ministero del Lavoro, relativamente alla definizione delle strategie da mettere in campo per attuare tale Programma e la Regione Emilia Romagna si è tempestivamente attivata, rifinanziando i Tirocini fino al 30 Giugno 2016. Queste esperienze non si configurano in nessun caso come rapporti di lavoro, ma permettono ai tirocinanti, da una parte, di prendere confidenza con il mondo delle imprese e alle aziende, dall’altra, di verificare le attitudini del giovane, in previsione di una futura (ma non necessaria) assunzione, come naturale conseguenza.
E’ prevista una facilitazione da riconoscere al tirocinante da parte dell’impresa, pari ad un importo minimo di 450,00 euro mensili. E la Regione interviene a sostegno del progetto, finanziando tale facilitazione con un importo mensile pari a € 300,00 euro, consentendo all’azienda di abbattere il costo sostenuto.
Per aderire al programma, i giovani e le imprese interessate dovranno iscriversi al portale regionale Lavoro per Te, oppure al sito del Ministero del Lavoro, Cliclavoro. Una volta effettuata l’adesione, il giovane dovrà prenotare un appuntamento con il Centro per l’Impiego di riferimento per un colloquio informativo, durante il quale verrà definito un percorso personalizzato, formalizzato dalla sottoscrizione del cosiddetto Patto di Servizio. Il percorso scelto per ciascun giovane, dovrà essere attivato entro 4 mesi dalla sottoscrizione del Patto.
La durata del Tirocinio è pari a 6 mesi. E’ possibile prevedere una durata iniziale inferiore, con facoltà di proroga (sempre entro il limite massimo di 6 mesi). Tale proroga, tuttavia, non è oggetto di finanziamento e la facilitazione corrisposta al tirocinante risulta interamente a carico del soggetto ospitante.
Una volta terminato il Tirocinio, l’azienda può ritenere conclusa l’esperienza, oppure decidere di confermare il giovane all’interno del proprio organico attraverso un’ assunzione e, come sottolineato in premessa, godere delle agevolazioni connesse al contratto di Apprendistato. Tale forma contrattuale, infatti, prevede una contribuzione Inps ridotta (praticamente azzerata nel caso di aziende con meno di 9 dipendenti), l’esonero dal pagamento del premio Inail e un trattamento economico meno oneroso. E’ stato chiarito, inoltre, che le agevolazioni in parola sono pienamente cumulabili con il cosiddetto Bonus Garanzia Giovani, che permette alle aziende di ricevere un contributo, previa presentazione telematica all’Inps della relativa istanza, che va da un minimo di 1.5000, euro ad un massimo di 3.000,00 euro, a seconda del grado di profilazione attribuito al giovane dal Centro per l’Impiego (rilevabile all’interno del Patto di Servizio).
Visto nel suo complesso, quindi, il Programma Garanzia Giovani è in grado di offrire opportunità davvero vantaggiose per le parti coinvolte (aziende da una parte e giovani dall’altra). La durata dello stesso, almeno per la parte relativa ai Tirocini, è limitata al 30 Giugno 2016, per cui chiunque fosse interessato ad aderire, dovrà attivarsi in tempi brevi. Tutte le informazioni relative alle modalità di iscrizione al programma, sono disponibili sul portale regionale Lavoro per Te.

Letizia Masini
Consulente del Lavoro

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *