Trentennale del 118 AUSLFE: “Il 118 si racconta tra passato, presente e futuro”

Dal 20 al 27 marzo prossimi, ricorre in Italia il trentesimo anniversario dalla costituzione del Servizio di Emergenza Territoriale 118, istituto il 27 marzo 1992 con Decreto del Presidente della Repubblica. A trent’anni da quella data, l’Azienda USL di Ferrara celebra questo importante anniversario con una serie di iniziative di divulgazione e intrattenimento per diffondere la conoscenza sulla storia e sul funzionamento di questo fondamentale servizio pre-ospedaliero 118, che si è dimostrato il cuore pulsante della sanità di emergenza fuori dagli ospedali per raggiungere le persone in pericolo e in stato di bisogno.

In occasione del trentennale, sono previste due iniziative a Ferrara con il patrocinio del Comune di Ferrara. Il primo appuntamento è la conferenza-spettacolo “Il 118 si racconta tra passato, presente e futuro” in programma domani, mercoledì 23 marzo alle ore 21 presso la Sala Estense. La serata – presentata dai co-conduttori Andrea Poltronieri, musicista e Nicola Franceschini, giornalista di Telestense – si aprirà con una rappresentazione teatrale ironica, a tematica sanitaria, messa in scena dalla storica compagnia dialettale “StraFerrara”. Dopo i saluti istituzionali, si entrerà nel vivo con le testimonianze da parte degli operatori del 118 che racconteranno le loro esperienze prima e dopo l’avvio del Sistema di Emergenza Territoriale 118.

Seguirà un interessante focus dedicato all’evoluzione del sistema 118, in particolare per la tecnologizzazione della Centrale Operativa; il trattamento del paziente traumatizzato e colpito da ictus o infarto; il protocollo di protezione sulla violenza di genere con flashback di eventi accaduti e la gestione della maxi-emergenza, dal terremoto al Covid. L’evento, a ingresso libero e gratuito, si svolgerà nel rispetto delle norme anti-Covid in vigore (richiesto l’obbligo di Green Pass e mascherina).

Il 118 scenderà in piazza anche domenica 27 marzo, dalle ore 10 alle 13, con banchetto informativo ed esercitazioni pratiche in piazza Trento e Trieste. Gli operatori saranno presenti al gazebo per fornire informazioni, rispondere alle domande dei cittadini e insegnare le manovre di rianimazione cardiopolmonare e disostruzione su manichini.

“Questi due eventi sono importanti per ringraziare tutti gli operatori che ogni giorno e ogni notte garantiscono il soccorso con impegno e dedizione – dichiara la direttrice generale di Ausl Ferrara Monica Calamai -. Chiunque abbia chiamato il 118 ha ricevuto una risposta immediata ed è merito di un sistema di emergenza territoriale che negli anni si è evoluto per migliorare continuamente i servizi di soccorso, sempre al passo con le tecnologie. Ascoltare le testimonianze di medici, infermieri, volontari, tecnici e autisti, dalla fondazione del 118 ai giorni nostri, è il modo migliore per celebrare e dire grazie per il loro impegno. E, insieme all’evento ‘Il 118 scende in piazza’ che si svolge ogni autunno, contribuisce a trasmettere il senso del lavoro di queste donne e questi uomini, alla cittadinanza del Ferrarese, anche nell’ottica di un utilizzo sempre più appropriato dei servizi”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.