Trentenne accusato di pedopornografia

Un uomo di 30 anni si fingeva una ragazza per scambiare sul web foto pornografiche con un bambino di 12 anni. Un inganno scoperto dal padre dell’adolescente che ha avvertito la Polizia. Ieri l’arresto dell’uomo, un dipendente di una cooperativa sociale ferrarese, che per lavoro aveva molti contatti con alcuni ragazzi.

E’ una brutta storia quella che si è consumata su internet attraverso la chat di Windows Messenger. L’uomo aveva creato un falso profilo e si era chiamato Giulia, una finta adolescente di 14 anni.

Il bambino, della provincia di Modena, si era invaghito di lei e i due avevano iniziato a spedirsi immagini in posizioni sexy. L’uomo naturalmente spediva foto di una ragazza che teneva nel suo archivio da pedopornomane.

Il 30enne infatti detiene circa 500 tra foto e video di bambini. Questo hanno accertato gli agenti della Polizia postale che, insieme ai colleghi di Ferrara, hanno perquisito la casa dell’uomo di Ferrara, nella quale abita con la madre. Giovedì dovrebbe esserci la convalida dell’arresto e l’uomo rischia dai 3 ai 12 anni di reclusione in carcere.

[flv]rtmp://telestense.vod.weebo.it/vodservice/20120314_05.flv[/flv]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *