Trivellazioni: continuano sondaggi a Gradizza

02 trivellazioni gradizza

Una multinazionale australiana sta cercando sacche di gas naturale nel sottosuolo in via Ruffetta a Gradizza. La frazione di Copparo è così al centro di un sondaggio geologico che servirà anche per catalogare la stratigrafia del sottosuolo.

Come raccontano le immagini che ci ha inviato Mario Pagnanelli, a Gradizza escavatori e trivelle sono in funzione per sondare la possibilità di estrarre gas dal terreno. Dal comune di Copparo, l’assessore Sandro Pelati sostiene che la richiesta di autorizzazione a sondare il terreno, rilasciata dal Ministero per lo sviluppo e dalla Provincia di Ferrara, risale a circa tre anni fa. “Si tratta di sondaggi molto costosi” continua l’assessore.

Intanto il sindaco Nicola Rossi assicura che non è del parere di rilasciare autorizzazioni a procedere con le estrazioni di gas. “Il Comune sarà fonte di garanzia per i cittadini” continua Rossi.

Il Codacons in giornata, attraverso una lettera, ha espresso il suo sostegno ai cittadini di Gradizza che si direbbero preoccupati. “Non si fanno attività’ invasive sul territorio senza dare le giuste informazioni”, continua la lettera dell’associazione dei consumatori, “altrimenti le reazioni saranno come quelle per la Tav Torino – Lione”. In tutta risposta, l’assessore Pelati ha detto che dei sondaggi nel sottosuolo se ne era parlato già negli anni scorsi durante un’iniziativa nell’ambito del “Settembre copparese”.

Martedì intanto la Regione Emilia-Romagna ha detto stop alle trivellazioni per la ricerca di idrocarburi. Sono le misure stabilite “nel rispetto del principio di precauzione”, come ha chiarito l’assessore alla difesa del suolo, Paola Gazzolo, che avrebbe rinviato ogni decisione riguardante i progetti di ricerca di gas nel sottosuolo delle aree colpite dal sisma di maggio 2012. La dichiarazione è emersa in assemblea come risposta a un’interrogazione del consigliere regionale Giovanni Favia.

Nel frattempo, i sondaggi nel sottosuolo a Gradizza vanno avanti.

%CODE%

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *