Truffe on-line

Dal ciclomotore alle bottiglie di vino pregiato: era merce esclusivamente molto costosa quella un truffatore di 44 anni, residente nel rodigino ma che di fatto viveva a Ferrara, metteva in vendita su Ebay e Subito.it, siti specializzati di compravendita online senza però averne la disponibilità e al solo scopo di ottenerne il pagamento.

Dopo aver agganciato il compratore online, prometteva di vendergli quanto richiesto, previo pagamento di una somma anticipata da accreditarsi sulla sua carta Postepay, senza naturalmente onorare l’obbligazione contratta. Un sistema con il quale l’uomo, disoccupato, riusciva a garantirsi il pagamento dell’alloggio, un B&B della città, sino a quando è stato smascherato ieri mattina dagli uomini della squadra mobile di Ferrara.

All’arrivo degli agenti, il fantasioso truffatore si è dimostrato calmo, quasi come se lo aspettasse.

Nel suo alloggio la polizia hanno trovato e sequestrato il computer portatile, attraverso il quale contattava i clienti, la carta postale ed alcuni appunti utili al proseguo delle indagini.

L’uomo era già stato segnalato da altre Procure, aveva già colpito diversi malcapitati in più parti d’Italia (da Novara a Rovigo, da Mantova a Genova, da Cagliari a Padova, da Ravenna a Teramo).

Ora è indagato per almeno una decina di truffe on-line e rischia sino a tre anni.

[flv]rtmp://telestense.vod.weebo.it/vodservice/20120405_02.flv[/flv]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *