Turismo, nasce il distretto costa Emilia-Romagna

turis

Oggi la firma dell’atto costitutivo davanti al ministro Bray. Venerdì intanto a Lido degli Estensi, all’istituto “Birndisi” si parla degli sviluppi potenziali dell’idrovia.

Il punto sulle potenzialità economiche dell’idrovia ma anche gli effetti di una nuova infrastruttura ecocompatibile con il territorio saranno i temi al centro di un convegno che si terrà venerdì 7 febbraio, alle 17,30 all’istituto Remo Brindisi di Lido Estensi.

Al convegno è annunciata la presenza del ministro dello sviluppo economico, Flavio Zanonato e l’assessore al Turismo della Regione, Maurizio Melucci.

La tavola rotonda in pratica – hanno detto questa mattina la presidente della Provincia, Marcella Zappaterra, l’assessore alle infrastrutture Davide Nardini e quello al turismo, Davide Bellotti, servirà per capire meglio come la collaborazione fra pubblico e privato, potenzialmente 184 milioni di euro di investimenti privati, possa creare nuove opportunità turistiche per il territorio della nostra costa, a fronte, hanno sottolineato gli amministratori della recente opera realizzata dalla stessa Provincia di Ferrara a Lido degli Estensi che permette di ospitare un migliaio di posti barca.

“Logistica ambientale, turismo e servizi di accoglienza sono le tre grandi scommesse per il Delta, grazie ai fondi per l’idrovia” sostiene la presidente Zappaterra.01 sisma zappaterra

Gli amministratori provinciali poi parlano dell’indotto che il settore potrebbe creare, vedi nuove strutture ricettive che per Marcella Zappaterra potrebbero essere altre undici, visto che – sostiene la presidente – “Non si può solo lavorare sul fronte della promozione turistica se poi mancano le strutture per accogliere chi arriva sulla costa”.

Nasce intanto il distretto della costa emiliano-romagnola. Oggi infatti è stato firmato davanti al ministro Bray l’atto costitutivo. Un distretto che parte da Cattolica e arriva fino alla foce del Po, comprendendo anche Comacchio, Codigoro e Goro.

Un’operazione che vede la soddisfazione di Assoturismo Confesercenti ma anche di tutti gli operatori della costa ferrarese che in questi mesi spingono molto sulla promozione del territorio e per questo hanno costituito un nuovo consorzio il “Visit Ferrara”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *