Ucraina: alla Rivana, gli aiuti da tutta la provincia

Il cuore di Ferrara davvero batte per il popolo Ucraino di cui sente di condividere profondamente il dramma che sta vivendo ormai da due settimane. Insieme all’arrivo di aiuti umanitari e di volontari, oggi anche una troupe di RAI 3 al Centro Rivana Garden, che ha partecipato questa sera all’iniziativa “Mi illumino di meno” di Caterpillar, la cui redazione si è collegata alle 18 con i volontari del centro che ha tenuto al tramonto le luci spente per un’ora.

Nei giorni scorsi, intanto, sono arrivati gli aiuti delle parrocchie di Comacchio, di Tresigallo e di Jolanda, ancora ieri la Spal con un furgone, ieri e oggi le scuole, gli Istituti superiori della città, liceo scientifico Roiti e Istituto professionale Einaudi. Hanno consegnato pacchi da portare al confine con l’Ucraina, per farli arrivare nel Paese sotto assedio e sotto il fuoco dei bombardamenti.

Domani alunni della scuola primaria Tumiati si recheranno a piedi al centro portando aiuti e issando la bandiera della pace.

Ieri su un pullman attivo sulla linea Torino Kiev, arrivato a Ferrara inaspettato e semivuoto, dopo essere stato riempito dei pacchi già in deposito al centro, sono saliti una mamma ucraina da tempo residente a Ferrara con i suoi due bambini, 5 e 10 anni. Hanno lasciato Ferrara per raggiungere il confine polacco e riunirsi ai famigliari fuggiti dalle loro case.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.