Ucraina: L’Emilia-Romagna garantirà l’assistenza sanitaria ai profughi

Il sistema sanitario della Regione Emilia-Romagna prenderà in carico i profughi in arrivo dall’Ucraina.

La Regione ha già inviato le prime indicazioni per assicurare il servizio non solo ai minori, come normalmente avviene, ma a tutti.

Tutte le persone che arriveranno saranno testate per vedere se positive al Covid e i positivi saranno gestiti secondo i protocolli vigenti. Ci si assicurerà, poi, sullo stato vaccinale, assicurando la possibilità del vaccino a chi non lo ha ancora fatto o a chi deve completare il ciclo. A tutti sarà rilasciato il codice Stp (straniero temporaneamente presente) che assicura l’assistenza.

Particolare riguardo sarà assicurato alle persone indigenti che, con un’autodichiarazione, saranno esonerate dal ticket per le prestazioni sanitarie di primo livello, urgenze, stato di gravidanza e altre patologie per le quali è previsto.

Domattina, inoltre, ci sarà un incontro del presidente della Regione Stefano Bonaccini con prefetti, sindaci e presidenti delle Province per il coordinamento dell’accoglienza.

La Regione è mobilitata anche per inviare aiuti in Ucraina: un primo carico di materiale umanitario è già stato inviato al centro di protezione civile e prosegue la raccolta fondi organizzata sempre dalla Regione.

(ANSA)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.