Udi in piazza contro la Ue per i fatti di Colonia

coloniaDicono ‘no’ all’uso xenofobo del corpo delle donne, dopo i fatti di Colonia, avvenuti per San Silvestro.

Le violenze perpetrate nei confronti delle donne, quella notte, la notte di Capodanno – dicono – non possono essere usate per strumentalizzare il fenomeno dell’immigrazione e per questo, oggi, in occasione dell’inizio delle manifestazioni del Carnevale Rinascimentale che si tengono in piazza a Ferrara, sfilano per opporsi “al sessimo e al razzismo”.

La protesta è quella delle donne dell’Udi e del Centro donne e giustizia di Ferrara.

Proprio oggi, in occasione di questa protesta infatti rendono nota l’invio di una lettera al premier tedesco, Angela Merkel, al primo ministro italiano, Matteo Renzi e ai presidenti di commissione e consiglio Ue.

“I fatti di Colonia hanno provocato indignazione in tutte le donne d’Europa” riporta la lettera che ricorda che secondo la convenzione di Istanbul tutte le donne vittime di violenza avrebbero un diritto di risarcimento.

Nella lettera, le donne dell’Udi inoltre non ci stanno al gioco di utilizzare questo fatto di cronaca per scopi xenofobi. “Il femminicidio è un fenomeno anche occidentale. Tutti i giorni una donna in occidente subisce violenze da un uomo”.

La lettera, piuttosto, sottolinea come questa Europa si stia dimostrando inadeguata a raccogliere e ad assistere le donne che vengono da paesi in difficoltà e lamentano inoltre come, la stessa Europa, sia ancora lontana da realizzare provvedimenti che possano far raggiungere alla donna la sua piena libertà.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *